Tempo di lettura: 3 Minuti

TG FRANCE: tra memoria, attenzione al bullismo e… campionati sportivi!

TG FRANCE: tra memoria, attenzione al bullismo e… campionati sportivi!

Thanks God is Friday… o dovremmo dire Merci?! Vabbè, l’importante è che anche questo venerdì c’è TG FRANCE ad aggiornarvi... Giorni tristi ma importa

Learn Digital, il corso di Google per migliorare su internet
Recap natalizio 2020 tra musica, cibo e regali… riciclati (ops!)
Edodacapo esordisce oggi con un singolo: ecco “Mille Cose”

Thanks God is Friday… o dovremmo dire Merci?! Vabbè, l’importante è che anche questo venerdì c’è TG FRANCE ad aggiornarvi…

Giorni tristi ma importanti da ricordare: le scuole Francesi un anno dopo l’assassinio di Samuel Paty

È passato ormai un anno dall’assassinio di Samuel Paty, il professore francese ucciso a Parigi il 16 ottobre 2020, due settimane dopo aver tenuto una lezione sulla libertà di espressione. Ad un anno dal tragico evento, le istituzioni scolastiche francesi si uniscono nel ricordo della sua persona per quello che è uno dei diritti più importanti di tutti: il poter parlare ed esprimere la propria opinione senza paura. Varie sono le università che hanno proposto attività inerenti al tema, già molto sentito al popolo francese.

Cyberbullismo: il Ministro francese Blanquer chiede più attenzione da parte delle scuole

Era partito tutto con un hashtag divenuto virale su Tik Tok che recitava #Anti2010, ma la cosa è degenerata. Il fenomeno del bullismo – di persona e online – non è certo nuovo per i docenti di tutte le nazioni e di tutti i livelli di istruzione, ma i social stanno portando (sfortunatamente) a nuove frontiere del “personal harassement”. I famosi ragazzini nati nel 2010, che hanno iniziato ora la sesta classe francese, sembrano essere nel mirino dei più grandi. Il min. Balnquer ha quindi incoraggiato le scuole a porre più attenzione al fenomeno e a riportare ogni potenziale situazione di rischio per evitare eventi spiacevoli.

SOS notizie leggere? Sono iniziati i campionati sportivi universitari…

Qualche tempo fa vi avevamo raccontato di come lo sport sia una materia obbligatoria nelle università francesi (potete trovare l’articolo qui), oggi torniamo a parlare di sport perché sono ufficialmente aperti i campionati. In molti poli universitari sono iniziate le prime competizioni locali, che porteranno poi ai campionati nazionali nei prossimi mesi. La sentita competizione tra atenei scende in campo, letteralmente! Gli studenti si affronteranno infatti in diverse discipline come pallavolo, basket, tennis e tanti altri. Chi ne uscirà glorioso? Vi terremo sicuramente aggiornati!!

#FacceCaso

Di Martina Borrello

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0