Tempo di lettura: 2 Minuti

Immigrazione shock: c’è chi mette a disposizione casa propria

Immigrazione shock: c’è chi mette a disposizione casa propria

E' il primo ministro finlandese Juha Sipila a dichiarare: “Dal primo gennaio casa mia ospiterà alcuni migranti”. L'estate sta finendo. Per l'Italia, i

In viaggio con AIESEC: hai mai pensato di girare il mondo restando in una scuola?
Credo360, l’app che realizza gli incubi di Black Mirror
Rivoluzione pausa caffè: le macchinette si pagano con un’app

E’ il primo ministro finlandese Juha Sipila a dichiarare: “Dal primo gennaio casa mia ospiterà alcuni migranti”.

L’estate sta finendo. Per l’Italia, il mare di quest’anno è stato principalmente una fonte di tragedie, quelle dei migranti che hanno perso la vita lungo i cosiddetti ‘viaggi della speranza’. Non solo lo Stivale, però, ha dovuto e deve fronteggiare l’emergenza profughi. Tutta l’Europa ne è coinvolta e scioccata.
Ognuno, a modo suo, propone una soluzione. Tra le più nobili, troviamo certamente quella del primo ministro finlandese Juha Sipila, che ha addirittura messo a disposizione casa sua. Eh sì, casa sua. Il 54enne padre di cinque figli ha dichiarato di voler ospitare, a partire dal primo gennaio 2016, alcuni migranti nella sua residenza a Kempele, nella parte settentrionale della Finlandia.
Sipila ha detto che tanto quella casa “al momento non è molto utilizzata. La mia famiglia vive a Sipoo e la residenza ufficiale del primo ministro è a Kesaranta”.
Un gesto straordinario che, forse, servirà da esempio per altri suoi illustri colleghi.

A cura di _Riccardo Zianna_

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0