Tempo di lettura: 2 Minuti

Prato protesta: istituti “sbarrati” contro la Buona Scuola

Nella notte alcuni esponenti dei gruppi Azione Giovani e Gioventù Nazionale hanno manifestato contro il ddl di Renzi. Prevista raccolta firme. Ogni ma

Scuole aperte anche fuori dall’orario didattico
La Giannini guarda al futuro e propone una nuova architettura per la scuola italiana
Professoressa aggredita all’istituto Sassetti-Peruzzi: ancora violenza

Nella notte alcuni esponenti dei gruppi Azione Giovani e Gioventù Nazionale hanno manifestato contro il ddl di Renzi. Prevista raccolta firme.

Ogni mattina, uno studente si sveglia e sa che dovrà andare a scuola. Oggi, però, i ragazzi di Prato hanno avuto una sorpresa non appena arrivati davanti ai cancelli del proprio istituto. Alcuni esponenti di Azione Giovani e Gioventù Nazionale (gruppi appartenenti ad u orientamento politico di destra) hanno tappezzato le scuole della città con nastri di pellicola e fogli che recitavano: “Scena del crimine, do not enter. Renzi ha massacrato la NOSTRA istruzione con il ddl ‘Buona Scuola’”.

Clicca qui e leggi tutte le fasi della ‘Buona Scuola’!
Una protesta, l’ennesima da quando questa riforma è partita, che promette di essere seguita da una massiccia raccolta firme in tutti gli istituti di Prato per dare più voce agli studenti. Dai gruppi artefici della manifestazione arrivano richieste importanti: “Vogliamo una maggiore rappresentanza degli studenti nel comitato, lo stanziamento dei fondi per la messa in sicurezza e la modernizzazione degli edifici scolastici, la costituzione di un organo di controllo per la valutazione dei presidi. Una scuola con al centro lo studente, le sue esigenze, le sue attitudini, che sia finalmente libera dalla casta dei sindacati e dei partiti”.

Niente, la ‘Buona Scuola’ continua a far parlare di sé.

Di _Riccardo Zianna_

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0