Tempo di lettura: 3 Minuti

Ars Marche e Università di Camerino rinnovano la convenzione per il “Registro Tumori”

Ars Marche e Università di Camerino rinnovano la convenzione per il “Registro Tumori”

La collaborazione tra le due istituzioni va avanti da tre mesi e si analizzeranno 15-16 mila casi annui. E’ stata rinnovata la convenzione tra convenz

La violenza di genere e il mistero di dove finiscono i fondi per combatterla
Alla scoperta di CampusWorld
E dopo il sisma scuole chiuse in Umbria e Marche

La collaborazione tra le due istituzioni va avanti da tre mesi e si analizzeranno 15-16 mila casi annui.

E’ stata rinnovata la convenzione tra convenzione tra Ars marche (Agenzia Regionale Sanitaria) e l’università di Camerino riguardo il “Registro dei Tumori”, come riporta una nota diffusa dalla Regione stessa. Il registro dei tumori regionale (Rtr) mette a disposizione dei pazienti informazioni come le specifiche forme di patologie oncologie ed altre sui percorsi diagnostici e sulle terapie intraprese dai pazienti. Tutto ciò alla luce del sole e posto alla visione di tutti quindi, in modo da poter documentare i risultati raggiunti dalla sanità locale.

E come si ottiene ? Grazie ad un software dell’università che raggruppa i dati di quattro archivi fondamentali: l’Anagrafica regionale, le Schede di dimissione ospedaliera, le Schede di morte Istat, gli Archivi delle anatomie patologiche. Si conta di registrare e, di conseguenza, analizzare 15-16 mila casi annui; al progetto attuale sono al lavoro due tecnici dell’università ma, come spiega la Regione nella sua stessa nota, “da gennaio sarà operativa tutta l’equipe, formata secondo le linee guida dell’Associazione italiana registro tumori, che comprende anche personale dell’Ars e della Politecnica delle Marche”.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0