Tempo di lettura: 2 Minuti

#Ripinstagram: per il social arriva la rivoluzione che non piace a tutti

Per la più celebre App di photo sharing è in corso una sperimentazione che potrebbe cambiarla radicalmente. Funzionerà nonostante le polemiche?Andiamo

FOTO BACKSTAGE “AMO SOLO T(R)E” BY SORTE
McCurry e la foto ritoccata
Selfie? Per noi hanno un lato oscuro ben definito che si chiama “dismorfismo”

Per la più celebre App di photo sharing è in corso una sperimentazione che potrebbe cambiarla radicalmente. Funzionerà nonostante le polemiche?Andiamo a scoprire cosa succederà e il perché di questa scelta.

Di Umberto Scifoni

Partiamo da un presupposto: avete mai fatto caso a come vediamo le foto dei nostri followers su Instagram? La soluzione al quesito è l’ordine cronologico: apriamo la cosiddetta Home e osserviamo le foto che sono state pubblicate nell’arco temporale, 20 minuti,un’ora,due etc…

In fin dei conti un sistema utile per avere una visione d’insieme di ogni “seguace”, a prescindere da chi esso sia, se ha pubblicato 10 minuti fa noi lo avremo in primo piano. Ma secondo i gestori di questa social App la soluzione non va più bene. Gli sviluppatori hanno deciso che dai prossimi aggiornamenti (N:B:se le sperimentazioni avranno funzionato a dovere) il nuovo feed imposterà la nostra bacheca in maniera analoga alla sezione Notizie di Facebook e alla timeline di Twitter; con questi due esempi penso che abbiate capito cosa sta per succedere.

Che vi piaccia o no sarà Instagram stessa a decidere cosa vedere per primo sulla bacheca, in base a quelle che i suoi algoritmi indicheranno come più interessanti (utenti con più seguaci, like messi abitualmente e frequenza di visite). Insomma, prosegue il percorso di invadenza social delle nostre scelte! Sono sempre più loro a prendere il controllo delle decisioni e a indirizzarci sulla strada voluta. Quindi come è ormai per Facebook, dove, a prescindere dall’orario, la nostra bacheca ci mostra solo gli aggiornamenti parziali, indirizzandoci soprattutto su scelte di massa (come le pagine da milioni di Like) lo stesso discorso varrà anche per Instagram.
Ma non pensate che questa notizia sia passata inosservata. Tutt’altro, ha suscitato moltissime polemiche e discussioni, da me condivise, perché i fini di tali cambiamenti non sembrano, come spiegato da Mike Krieger, cofondatore di Instagram e responsabile tecnologico dell’azienda. Le motivazioni di accusa dei contestatori sono di fattore economico: questo algoritmo ci spingerebbe a passare più tempo sul Social e a dare maggiore spazio ad aziende che lo usano per fini pubblicitari. Trovate complicato? Semplifico: Instagram andrà ad aumentare i suoi introiti di pubblicità e merchandising a cifre enormi rispetto adesso,semplicemente dando più spazio alle aziende che lo useranno.

Per adesso il cambiamento non sarà effettuato, ma è questione di settimane; nel frattempo il web lancia un grido di battaglia a colpi di hashtag, #ripinstagram (clicca QUI e segui il tweet)!

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0