Tempo di lettura: 3 Minuti

La nuova presidentessa dei Giovani Musulmani d’Italia ha 24 anni

Giovane, in gamba e colma di amore per il nostro paese 24 anni compiuti e la presidenza dei Giovani Musulmani d’Italia. Ah è donna. Non ci credete? Cr

La Rete Scuole Migranti: un progetto di successo per l’integrazione!
L’Associata vol.2: torna l’evento dei giovany
Nuovi fondi per tante iniziative culturali

Giovane, in gamba e colma di amore per il nostro paese

24 anni compiuti e la presidenza dei Giovani Musulmani d’Italia. Ah è donna. Non ci credete? Credeteci, invece, perché Nadia Bouzekri è un portento. Trovatasi a capo di un’associazione che conta più di 1200 iscritti con 51 basi in Italia, Nadia è solo una delle ragazze del GMI, retto, sezione per sezione, da ben il 70% di capi donne. Forse allora c’è qualcosa dell’islam che non abbiamo capito bene. “Le maggiori critiche le ho ricevute”, dice in una recente intervista, “riguardo al riuscire a fare tutti i viaggi che l’incarico richiede. Ma già durante il mio precedente impegno nel direttivo nazionale ho viaggiato molto e ho quindi dimostrato come sia fattibile. A proposito del futuro che vorrei per i giovani musulmani in Italia, sarebbe di auspicio che non si sentano estranei al proprio Paese, dove siano parte integrante e attiva della società, dove non debbano sentire ogni giorno la necessità di dover dimostrare di appartenere a questa nazione. Un futuro dove non ci siano quartieri come Molenbeek ( il quartiere di Bruxelles dove vivevano i numerosi terroristi di Bruxelles e Parigi n.d.r.).

Qual è la priorità di Nadia Bouzekri?

Abbattere quei muri di diffidenza e pregiudizio. Fare capire alle persone che esiste una generazione di giovani musulmani italiani che ogni giorno contribuisce a costruire questo Paese. Abbiamo ormai tra di noi medici, avvocati, ingegneri, insegnanti, educatori. Nel loro giorno libero fanno volontariato. Chi con la Croce Rossa, chi con le fondazioni per l’assistenza ai profughi e che in tanti altri settori. Tante brave persone che vengono scoperte solo quando si smette di giudicarle per il loro velo o la loro barba”.

E, se lo spirito è questo, scommettiamo senza dubbio anche noi su questa giovane presidentessa.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 1