Tempo di lettura: 2 Minuti

#StiamoFuori: tutti in piazza!

#StiamoFuori: tutti in piazza!

Visto il dilagante successo dell'anno scorso con 110 mila presenze, anche quest'anno sta andando in scena il Festival della Psicologia nelle principal

#FacceCaso racconta Pifebo, vintage shop leader a Roma
Arte e natura nel cuore di Roma: Back To Nature nella Capitale!
Scuola con meno iscrizioni, ma più accessi all’Università. Che succede?

Visto il dilagante successo dell’anno scorso con 110 mila presenze, anche quest’anno sta andando in scena il Festival della Psicologia nelle principali piazze romane: hai tempo fino a stasera alle 21 per un controllo!

Di Irene Tinero

L’iniziativa nasce dall’unione dell’Ordine del Lazio insieme al Ministero della Salute che hanno scelto 3 tematiche principali e ad ognuna hanno riservato una zona specifica della città.

In Piazza S. Silvestro si affrontano problemi relativi alla scuola e la perinatalità;

i neogenitori potranno così meglio comprendere il comportamento dei loro bambini e ricevere consigli su quali siano le scelte migliori da prendere nei primi mesi. Per chi invece ha figli più grandi si trattano problematiche relative alla scuola, riservando una particolare attenzione al modo più corretto di indirizzare un giovanissimo negli studi.

In Piazza del Popolo si parla di alimentazione e cronicità,

quindi si analizza il rapporto con il cibo sotto tanti aspetti, prediligendo ovviamente i disturbi alimentari, relazionati però con il dilagante stress di oggi.

Infine, Piazza della Repubblica è lo scenario più interessante per i giovani:

sport e lavoro sono al centro. L’impiego, per una volta, non è visto solo sotto la lente dei problemi occupazionali, al contrario si offrono consigli in merito alla valorizzazione del proprio curriculum, si analizzano le nostre competenze e capacità, la formazione professionale: insomma un buon infuso di positività! (che non guasta)

In merito allo sport, gli sportivi potranno migliorare le loro prestazioni e sperimentare il nuovissimo “biofeedback”, uno strumento realizzato per gli atleti a livello agonistico, utile a rilevare livelli di stress anomali sfruttando dei parametri psicofisiologici.

In ogni piazza, al di là dell’argomento trattato, tutti avranno a disposizione dei banchetti dove troveranno supporti didattici, giochi di ruolo ed esperimenti per mettersi alla prova e, per chi ha voglia, delle consulenze. Ci saranno inoltre dei prodotti digitali, completamente gratuiti, utili ad accrescere il confronto con lo specialista, che avrà così modo di notare particolari altrimenti difficili da decifrare.

In ogni piazza, per tutti i visitatori, c’è la possibilità di prendere un voucher per una consulenza gratuita, convertibile in terapia secondo una tariffa agevolata. Niccola Piccinini, Presidente dell’Ordine Psicologi del Lazio, ha spiegato che la scelta di fornire tanti strumenti diversi, unita alla decisione di prolungare l’orario per questa edizione, è stata dettata dal grande successo, del tutto inaspettato, del 2015.

L’obiettivo è mostrare in che modo la psicologia, che si barcamena tra moda e ancora tanta diffidenza, sia in grado di contribuire al nostro benessere, migliorando di conseguenza la qualità della vita.

“Sei tutti i limiti che superi”: non vergognarti di chiedere aiuto, sicuramente su quella stessa piazza c’è uno che ha il tuo stesso problema ed un altro che può aiutare entrambi.

Di Irene Tinero

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0