Tempo di lettura: 2 Minuti

Per i giovani le notizie viaggiano sui Social

Reuters, agenzia stampa internazionale, conferma un dato risaputo da tempo: i social media sono la principale fonte di notizie per i Millennials, supe

Raggi o Giachetti: chi hanno votato i giovani delle periferie?
Giovani Meccanici cercasi!
Le proposte di PD e M5S per il nuovo Ministro dell’Istruzione

Reuters, agenzia stampa internazionale, conferma un dato risaputo da tempo: i social media sono la principale fonte di notizie per i Millennials, superando anche la televisione.

I tempi cambiano e con loro pure le abitudini. Paese che vai, usanze che trovi. Prima di perderci dietro detti popolari,andiamo dritti al concetto: ogni generazione utilizza i mezzi prediletti della sua epoca, e così, noi nati tra fine anni 90 e 2000 ci troviamo più a nostro agio con internet, smartphone, computer e Facebook che con televisioni e giornali.

Da ciò si capisce perché le ultime analisi confermino le nostre nuove “fonti” del sapere:

tra i 18 e i 24 anni i Social network sono la base utilizzata per ricercare notizie (che poi più che cercarle ci passano di prepotenza sulla bacheca).

Reuters ha preso in considerazione 50.000 persone da 26 paesi, e ha tratto una serie di conclusioni, tra cui il 51% utilizzatore delle piattaforme social a questo preciso scopo, in maggior rilevanza sui dispositivi mobile. Tra questo campione, le scelte dei più giovani sono ancor più nette: 28% social e 24% Tv. I canali preferiti? Facebook, Youtube e a seguire Twitter e Whatsapp.

In Italia la Tv ha ancora un ruolo primario, ma Internet risale ogni giorno di più la china, destinando a spodestare presto il tubo catodico. Come siti d’informazione prediletta, padroni Ansa.it, Repubblica.it e Tgcom24.
Cambiano i paesi, cambiano i modi, ma i giovani sono sempre gli stessi: iperconnessi e proiettati nel vero futuro (ormai presente) dei media, ossia internet.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0