Tempo di lettura: 3 Minuti

L’Islanda vola, ma le sue magliette di più!

La sorpresa di questo Europeo sta macinando record su record… anche fuori dal campo. La richiesta di magliette ha costretto la Erreà che le produce a

A scuola con… Gianluigi Buffon!
Maradona, un “professore di vita” a modo suo
Calcetto mio quanto mi manchi… ma quando si gioca??!!

La sorpresa di questo Europeo sta macinando record su record… anche fuori dal campo. La richiesta di magliette ha costretto la Erreà che le produce a lavorare giorno e notte.

Quando l’8% degli abitanti della tua nazione è lì a supportarti, sognare un’impresa è ancora più bello. L’Islanda ha eliminato l’Inghilterra e si appresta a giocare la sua prima storica semifinale europea, ma oltre l’entusiasmo dei giocatori, va sottolineato ancora di più quello dei tifosi, non solo connazionali!
Grazie alla simpatia e lo spettacolo mostrato dai sostenitori negli stadi francesi e la notorietà che un evento del genere può darti,

gli introiti marketing hanno toccato apici mai visti: le magliette e i kit da gioco, prodotti dall’azienda di Parma Erreà, sono andati sold out,

costringendo ad aumentare la produzione della fabbrica sportiva a ritmi forsennati, giorno e notte.

Un merchandising che va di pari passo con l’impresa quindi: “Le richieste sono migliaia e arrivano da ogni luogo. Siamo legati alla società islandese da tempo per una corrispondenza di valori e idee. Di certo non potevamo prevedere questo risultato, siamo entusiasti e ci fa piacere” ha dichiarato Fabio Torchia, capo dell’ufficio marketing per l’azienda Emiliana.

Una curiosità: se le richieste arrivano da tutto il mondo, ancora di più sono quelle provenienti dalla Scozia, le quali hanno subito un’impennata dopo l’eliminazione dell’Inghilterra, probabilmente sulla scia del disprezzo degli Scozzesi per la decisione di Brexit che ha coinvolto pure loro, molto più favorevoli al remain.
Numeri di vendita non sono stati ancora comunicati, ma sono destinati sicuramente a crescere parecchio, e hanno un sapore ancora più piacevole, vista che la maglia Islandese è stata anche giudicata la più bella dell’Europeo da parte dell’autorevole sito francese sportestyle.fr.

Qualunque siano i prossimi risultati, un trionfo è stato già realizzato!

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0