Estate Ragazzi di Certaldo: la linea sottile tra arte e atto vandalico

Estate Ragazzi di Certaldo: la linea sottile tra arte e atto vandalico

Limitare i fenomeni di vandalismo attraverso la riqualificazione. #FacceCaso. Tra le varie attività del progetto Estate Ragazzi di Cerialdo promosso d

Il concorso fotografico promosso dall’ANSA ha i suoi vincitori: prima una 18enne
Pubblici i dati del MIUR sulla sismicità degli edifici scolastici, le notizie non sono delle migliori
Salvini contro la Cattolica: “Ci hanno censurato”

Limitare i fenomeni di vandalismo attraverso la riqualificazione. #FacceCaso.

Tra le varie attività del progetto Estate Ragazzi di Cerialdo promosso dalla Parrocchia di San Pio X, anche la realizzazione di un graffito su un muro presente presso le strutture sportive del quartiere, che da tempo versava in condizioni di abbandono e degrado a causa di numerose scritte.

Scopo dell’attività, quello di limitare i fenomeni di vandalismo presenti sul territorio e con cui troppo spesso siamo abituati a convivere.

Gianpaolo Scarpa, in arte “Sub” ha illustrato ai ragazzi il mondo della street art, invitandoli a realizzare murales legalmente, chiedendo il permesso alle istituzioni per utilizzare muri della città altrimenti grigi e tristi. La differenza tra arte ed atti vandalici c’è e dovrebbe stare sotto gli occhi di tutti, speriamo che questo sia solo l’inizio. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0