Tempo di lettura: 1 Minuti

Ragazzi accoltellati sul treno

Un 60enne ha aggredito due giovani su un convoglio in Austria. Gravi ferite a stomaco, schiena e collo. L'uomo è stato subito arrestato. Come appreso

Naziskin contro antifascisti in una violenta guerriglia
Docente aggredita da una mamma!
Caserta: un genitore aggredisce l’insegnante. Ancora.

Un 60enne ha aggredito due giovani su un convoglio in Austria. Gravi ferite a stomaco, schiena e collo. L’uomo è stato subito arrestato.

Come appreso dal quotidiano Salzburger Nachricheten, un uomo tedesco di 60 anni ha accoltellato due giovani ragazzi su un treno diretto a Bregenz. Siamo in Austria e, verso le 6.30 di mattina, un uomo in evidente stato di alterazione psichica ha attaccato un 19enne e una 17enne provocando loro gravi ferite con un coltello. Il primo è stato colpito alla schiena e allo stomaco, la seconda al collo; attualmente sono entrambi ricoverati e in gravi condizioni di salute.

L’aggressore è stato immobilizzato grazie all’aiuto di un giovane di 22 anni (ferito alle mani) e dalla polizia che è intervenuta alla stazione di Sulz con uno spray urticante, arrestando l’uomo. Il 60enne era in stato confusionale ma non può essere ricondotto ad alcuna cellula terroristica; la polizia ha escluso ogni legame in questo senso. I passeggeri del treno che hanno avuto la sfortuna di assistere all’aggressione sono stati affidati ad un team di psicologi esperti per scongiurare ulteriori traumi.

Che questo ennesimo episodio serva a far capire che anche sui treni è necessario porre dei sistemi di controllo efficaci per garantire l’incolumità delle persone; a fronte di tre attacchi ai danni di passeggeri di convogli (Germania, Svizzera, Austria) bisogna comprendere che non è possibile avere paura di viaggiare perché non esistono metodi di sicurezza efficienti all’ingresso nelle stazioni ferroviarie.

Di Giulia Pezzullo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0