Tempo di lettura: 3 Minuti

Ragazzi accoltellati sul treno

Un 60enne ha aggredito due giovani su un convoglio in Austria. Gravi ferite a stomaco, schiena e collo. L'uomo è stato subito arrestato. Come appreso

Mariam Moustafa: uccisa mentre sognava di diventare ingegnere
Ragazzi aggrediti per un cappello da baseball
Bari, in quattro aggrediscono il vicepreside

Un 60enne ha aggredito due giovani su un convoglio in Austria. Gravi ferite a stomaco, schiena e collo. L’uomo è stato subito arrestato.

Come appreso dal quotidiano Salzburger Nachricheten, un uomo tedesco di 60 anni ha accoltellato due giovani ragazzi su un treno diretto a Bregenz. Siamo in Austria e, verso le 6.30 di mattina, un uomo in evidente stato di alterazione psichica ha attaccato un 19enne e una 17enne provocando loro gravi ferite con un coltello. Il primo è stato colpito alla schiena e allo stomaco, la seconda al collo; attualmente sono entrambi ricoverati e in gravi condizioni di salute.

L’aggressore è stato immobilizzato grazie all’aiuto di un giovane di 22 anni (ferito alle mani) e dalla polizia che è intervenuta alla stazione di Sulz con uno spray urticante, arrestando l’uomo. Il 60enne era in stato confusionale ma non può essere ricondotto ad alcuna cellula terroristica; la polizia ha escluso ogni legame in questo senso. I passeggeri del treno che hanno avuto la sfortuna di assistere all’aggressione sono stati affidati ad un team di psicologi esperti per scongiurare ulteriori traumi.

Che questo ennesimo episodio serva a far capire che anche sui treni è necessario porre dei sistemi di controllo efficaci per garantire l’incolumità delle persone; a fronte di tre attacchi ai danni di passeggeri di convogli (Germania, Svizzera, Austria) bisogna comprendere che non è possibile avere paura di viaggiare perché non esistono metodi di sicurezza efficienti all’ingresso nelle stazioni ferroviarie.

Di Giulia Pezzullo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0