Tempo di lettura: 1 Minuti

Amatrice: quando la Terra trema, non sta a badare a scuole e chiese

Amatrice: quando la Terra trema, non sta a badare a scuole e chiese

Oltre 500mila euro stanziati per l’adeguamento della vulnerabilità sismica che non hanno impedito il crollo della scuola “Romolo Capranica”. #FacceCas

Giornata di lutto nazionale: l’Italia in silenzio
Un euro ai terremotati per ogni piatto di Amatriciana
Ricavi digitali delle hit ai terremotati, ecco l’iniziativa targata J-Ax, Fedez e Rovazzi

Oltre 500mila euro stanziati per l’adeguamento della vulnerabilità sismica che non hanno impedito il crollo della scuola “Romolo Capranica”. #FacceCaso.

L’edificio che ospitava materne, elementari e medie, “Romolo Capranica” di Amatrice è completamente crollato. La scuola era stata ristrutturata solo quattro anni fa, nel settembre del 2012. Ora la struttura è ridotta a un cumolo di macerie. La ristrutturazione era costata al plesso scolastico 511.297,68 euro. “I lavori hanno riguardato l’adeguamento della vulnerabilità sismica”, spiegava il sindaco Sergio Pirozzi il giorno del taglio del nastro. Era il 13 settembre 2012 quando il primo cittadino spiegava: “Si è provveduto alla fasciatura di tutti i pilastri con fibre di carbonio, il rinforzo tradizionale dei pilastri centrali, la messa in sicurezza delle tamponature estrene e delle tramezzature interne, la realizzazione dell’impianto di riscaldamento a pavimento, la sostituzione di tutti gli infissi, il rifacimento dei pavimenti e intonaci, l’ammodernamento dei bagni e la completa tinteggiatura interna ed esterna”. Tutto questo non è bastato ad impedire il crollo di lunedì notte. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0