Tempo di lettura: 2 Minuti

Quando il gioco si fa duro Green Game scende in campo

"Un'ottima iniziativa, chiara, esaustiva e coinvolgente". È da poco finita la prima settimana di vita del progetto e-learning Green Game che ha visto

How I Met Taiwan, Capitolo 9: l’ecologia
I buoni motivi per usare Whatsapp a scuola
I pedali come benzina green a 25 cent/km

“Un’ottima iniziativa, chiara, esaustiva e coinvolgente”.

È da poco finita la prima settimana di vita del progetto e-learning Green Game che ha visto oltre 2000 studenti coinvolti: un mix esplosivo di cultura, istruzione e una buona dose di divertimento.

Nato grazie alla collaborazione dei Consorzi Nazionali per la Raccolta, il Recupero ed il Riciclo di imballaggi, il Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, la Regione Lazio, l’Ufficio Scolastico Regionale USR Lazio e Roma Capitale, Green Game sembra esser già pronto a rendere l’anima del progetto una realtà concreta: istruire i più giovani sulle pratiche adatte per una corretta raccolta differenziata.

Come?

Attraverso l’utilizzo di apparecchiature hi-tech e di numerose attività tutte volte all’unico fine di una maggiore sensibilizzazione. Un nuovo modo di parlare al mondo dei ragazzi, una modalità in cui il web, i Social Network le televisioni locali sono le alleate di questa battaglia, combattuta a colpi di informazione e diffusione.

Iniziata a Roma presso l’Istituto Piaget Diaz, l’Itis G. Galilei e l’IIS Giovanni XXIII, Green Game è pronto a proseguire il suo viaggio nelle Scuole di Cassino e Frosinone dove sarà possibile seguire passo passo il suo svolgimento grazie all’omonima trasmissione “Green Game” prossimamente in onda su Rete Oro.
Che ne dite siete pronti a giocare?

Per ulteriori info clicca QUI e #FacceCaso.

Di Laura Messedaglia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0