Pescara: obiettivo città universitaria

Pescara: obiettivo città universitaria

Intesa tra Comune ed Università per fornire agli studenti fuori sede comfort e stabilità. #FacceCaso. Pescare continua a lottare per la realizzazione

Fastcheckers: notizie false, dove trovarle e come combatterle
Contro gli sprechi alimentari: EAThink
Pixel 2, la seconda generazione dello smartphone Google

Intesa tra Comune ed Università per fornire agli studenti fuori sede comfort e stabilità. #FacceCaso.

Pescare continua a lottare per la realizzazione di una cittadella universitaria nei pressi dell’Ateneo, zona Sud della città. Il progetto prevede la riqualificazione dell’intera area, fino ad arrivare alla pedonalizzazione di un tratto del famoso viale Pindaro dove sorgerà la futura cittadella.

L’Università di Pescara conta la bellezza di 13mila studenti mentre quelli di Chieti sono oltre 15mila, il 45% dei quali, tutti fuori sede. Due degli atenei italiani con la più alta percentuale, ed è proprio da qui che nasce l’esigenza di trasformare Pescara in un polo culturale pronto ad accogliere gli studenti. “Accorciamo le distanze con il Comune. L’intesa dovrà rendere operativi dei programmi che il Comune ha sulla zona universitaria. Abbiamo già sviluppato dei progetti di allargamento del campus di viale Pindaro, chiedendo al Comune spazi ulteriori. Stiamo investendo circa 13 milioni di euro sui terreni dell’Università posti dietro al Palazzo di Giustizia e se riusciamo a collaborare meglio fra istituzioni, riusciremo a rendere più fruibile e meglio organizzati gli spazi” ha dichiarato il rettore. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0