Tempo di lettura: 1 Minuti

Cala il consumo di Marija dopo la legalizzazione: siamo in America

La legalità la rende più sicura, oggi si parla di droghe leggere Negli Stati Uniti fare uso di Marijuana è legale in 28 stati (più Washington D.C. e i

Cani, microchip e pancetta nel TG USA pre-natalizio
La rivalsa del gatto e un taglierino aggressivo, ospiti d’eccezione al TG USA 2.0
A scuola con Lil Pump!

La legalità la rende più sicura, oggi si parla di droghe leggere

Negli Stati Uniti fare uso di Marijuana è legale in 28 stati (più Washington D.C. e il Colorado che l’ha permesso solo agli adulti), nonostante ciò il consumo di questa sostanza è in calo.

Secondo il rapporto n°42 Monitoring the future del National Institute on Drug Abuse per la fascia tra i 13 e i 14 anni, l’uso di questa sostanza stupefacente è sceso dal 6,5% nel 2015 al 5,4% nel 2016.

Secondo il direttore dell’Istituto non può essere che un dato positivo vista la grande preoccupazione dietro l’approvazione della manovra di legalizzazione. In realtà oltre al calo tra gli “early teenagers” dobbiamo tenere in considerazione un altro dato quello che segna l’aumento del consumo nei giovani tra i 18 e i 24 anni.

È vero quindi che reperire Marijuana è diventato più facile, ma come si è dimostrato, la sicurezza di averla fa diminuire di molto il consumo tra i più giovani, che non la vedono più come una cosa trasgressiva. Infatti il consumo giornaliero è diminuito dall’1,1% allo 0,7%.

Dobbiamo imparare? Forse. I dati corrispondono ad un campione di persone di 45.000 studenti di tutti gli istituti e rivelano che il calo è notevole, soprattutto dopo che per gli anni 2013 e 2014 il consumo è rimasto relativamente stabile.

Com’è che era? Ah si, OH MARIA SALVADOOR.

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0