Tempo di lettura: 2 Minuti

Più giovane sei, meno tasse paghi

Più giovane sei, meno tasse paghi

Pagare le tasse in base all'età è la nuova idea che potrebbe favorire i giovani italiani. Il 22 marzo verrà presentato presso l’Università Luiss, un

Pisa, studentessa a 73 anni, alla faccia dei fuori corso
Allarme insegnanti e dirigenti
Noi, generazione di sottopagati

Pagare le tasse in base all’età è la nuova idea che potrebbe favorire i giovani italiani.

Il 22 marzo verrà presentato presso l’Università Luiss, un progetto elaborato dai docenti Fabio Marchetti e Luciano Monti, rispettivamente insegnati di diritto tributario e di Politiche dell’Unione Europea.

Alla presentazione saranno presenti vari ministri. Il progetto prevedrebbe il regolamento delle tasse oltre in base al reddito, come è da sempre, anche in base all’età. Questa grande novità comporterebbe un’agevolazione fiscale per i giovani, che sono la categoria che verrebbe privilegiata in questo caso. La restante parte delle entrate però, dovrebbe essere integrata dai più anziani che in questo caso vedrebbero le loro tasse aumentare, poiché lo stato non può rimanere scoperto di entrate.

L’obiettivo che ci si pone è il raggiungimento di una riduzione del disagio fra i ragazzi.

Sempre grazie al lavoro dei due docenti universitari anche Tommaso Nannicini, ex sottosegretario di Palazzo Chigi, attuale consigliere di Renzi, ha parlato di una diminuzione delle tasse per i giovani. Secondo lui però, si potrebbe mettere in pratica l’agevolazione fiscale per i ragazzi senza gravare sulle tasse dei più anziani. Un’altra differenza è che secondo Nannicini questo progetto potrebbe avere una durata permanente, mentre il primo durerebbe solamente qualche anno.

Non sappiamo quale delle due opzioni sia più fattibile per quanto riguarda il bilancio economico del nostro paese, però, in entrambi i casi, la possibilità di avere una riduzione fiscale non sembra affatto male. Facce caso.

Di Sara Fiori

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0