Tempo di lettura: 1 Minuti

Torino: l’Università spiega i rischi del mondo dell’Economia

Torino: l’Università spiega i rischi del mondo dell’Economia

L’Università di Torino ha introdotto per i prossimi mesi un corso che spiega agli studenti, principalmente di economia, quali sono i vari rischi del s

Problem Solving, apre un corso all’Università
Tra sponsor e lezioni extra: dove sta andando la Scuola italiana?
Coursera: il nuovo modo di seguire dei corsi universitari o addirittura laurearsi online!

L’Università di Torino ha introdotto per i prossimi mesi un corso che spiega agli studenti, principalmente di economia, quali sono i vari rischi del settore.

L’Associazione Amici dell’Università degli Studi di Torino sta per iniziare un corso gratuito che prende il nome di “Il risk menagement: da cultura a nuova professione”. Il corso, che prevede anche l’acquisizione di crediti formativi per gli studenti e per gli iscritti all’albo dei professionisti dei commercialisti e degli avvocati, è strutturato in quattro incontri. Ogni incontro, della durata di due ore, affronterà una tematica differente.

Si partirà questo lunedì, il 27 marzo, alle ore 17,30 nell’aula magna della Scuola di menagement ed economia con la prima conferenza che prende il nome di “Il cyberg risk: La protezione dei dati e la vulnerabilità delle nuove tecnologie”. Le successive tre invece analizzeranno sempre il fattore del rischio, ma in altri ambiti.

  • Il 10 aprile verrà trattato infatti il rischio in ambito bancario,
  • il 4 maggio il clinical risk ed
  • il 23 maggio il rischio nell’ambito dell’industria.

La possibilità di accesso è vincolata dalla prenotazione, che va fatta tramite la segreteria organizzativa, e dai posti disponibili.

Verranno fornite poi ai partecipanti 12 unità didattiche online, per consentire loro di apprendere al meglio i contenuti trattati durante gli incontri ed è quindi vivamente consigliato di approfondire questi contenuti prima dei singoli incontri, per essere più preparati e coscienti.

#FacceCaso.

Di Sara Fiori

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0