Tempo di lettura: 3 Minuti

Rapporto Giovani 2017: tutti i dati sulle nostre paure e aspirazioni

Rapporto Giovani 2017: tutti i dati sulle nostre paure e aspirazioni

La paura dei giovani per il futuro e come combatterla sembrano essere lo scopo della ricerca. Essere giovani non presuppone il fatto di non avere un

Master in “Lotta alla Mafia”
Bremerstraße 23: cronache di un Erasmus a Kiel – Parte 0
Dolci sì o no? Ecco perché ci piacciono tanto

La paura dei giovani per il futuro e come combatterla sembrano essere lo scopo della ricerca.

Essere giovani non presuppone il fatto di non avere un futuro. Dobbiamo forse costruircelo ma non siamo necessariamente “da buttare”. Lo dimostra il Rapporto Giovani 2017 presentato ieri a Milano dall’Università Cattolica e dall’Istituto Toniolo.

Lo scenario preso in analisi nella ricerca è quello

  • dell’Europa post-brexit
  • dei populismo
  • dei social network
  • della vita di tutti i giorni in cui i Millenials vivono in una fase di dispersione e vulnerabilità quasi nei confronti del mondo esterno.

Gli Under 30 stanno cercando ogni giorno di più l’innovazione e la spinta verso il domani. Essere capaci di cercare nuove soluzioni sta diventando un requisito fondamentale per chi vuole trovare una realizzazione.

Tutto sta cambiando e il rapporto con i ragazzi richiede la conoscenza dei nuovi strumenti tecnologici e non.

Stare al passo con i tempi, ma soprattutto con i giovani è necessario per costruire qualcosa nel futuro.

Così come lo è la formazione, è importante non solo imparare ma trovare qualcuno con cui metterlo in pratica. Tra l’altro, percorsi di studio rappresentano un ottimo centro di scambio di idee e di crescita personale.

Tutti devono entrare in quest’ottica e non fermarsi a guardare e a non capire, non trovate?

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0