Tempo di lettura: 3 Minuti

Sciopero dei docenti universitari: “Queste risorse vanno trovate”

Sciopero dei docenti universitari: “Queste risorse vanno trovate”

È il ministro dell'Università e della Ricerca Valeria Fedeli a parlare ai microfoni di Radio24. A pochi giorni dall'inizio dello sciopero indetto a lu

Design e tecnologia: 4 idee geniali che arrivano dal Global Grad Show
Non sai che fare il sabato sera? Chiedilo a Spotlime, l’applicazione che ti organizza le serate!
Ancora in crescita l’ Alma Mater di Bologna

È il ministro dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli a parlare ai microfoni di Radio24. A pochi giorni dall’inizio dello sciopero indetto a luglio da molti professori universitari degli atenei italiani. La soluzione è nella Legge di Bilancio.

Iniziato già tre giorni lo sciopero pianificato per tempo dai docenti universitari italiani che chiedono lo sblocco degli scatti retributivi per adeguare il proprio salario alla situazione economica del paese e già sono sorte le prime proteste.
Lo sciopero riguarda 79 atenei e circa 5.444 professori e ricercatori universitari, durerà sino al 31 ottobre.

Qualcosa però già si muove. È il ministro Fedeli a parlare per prima, come affermato a luglio.  (“Stiamo lavorando e mi sto impegnando in prima persona”). Ieri, al secondo giorno di sciopero, la Fedeli, ai microfoni di Radio24, ha affermato: “Dall’inizio stiamo lavorando per creare tutte le giuste condizioni per sbloccare il tema degli scatti dei docenti universitari. Un blocco così lungo è ingiusto in sé e non valorizza una scelta importante del Paese di tornare a investire seriamente sul percorso formativo”.

Secondo la Fedeli, che fin dall’inizio ha approvato la causa dello sciopero, pur dovendo dissentire sulle modalità sulle quali si è poi trovato un accordo, l’unica soluzione è individuare nuove risorse da investire, come ne sono state già trovate tante nel campo della scuola, università e ricerca.

 

“Queste risorse vanno trovate e le sedi per trovarle sono le fasi della sessione di bilancio. Nella legge di bilancio dovremo assolutamente trovare le risorse. Vale per i dipendenti pubblici e quindi anche per i docenti universitari e ricercatori, non c’è dubbio“, ha sostenuto la Fedeli sempre ai microfoni di Radio24.

Per poter individuare le risorse necessarie per  gli sblocchi richiesti  bisognerà  aspettare la Legge di Bilancio 2018.  Così si verificherà innanzitutto come garantire le adeguate coperture economiche.
Intanto lo sciopero è appena all’inizio e agli studenti aspetterà una calda sessione autunnale di esami.

#FacceCaso

Di Lorenzo Maria Lucarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0