Tempo di lettura: 2 Minuti

Trump contro il piano Dreamers di Obama: a rischio 800 mila ragazzi

Trump contro il piano Dreamers di Obama: a rischio 800 mila ragazzi

Il piano permette agli immigrati irregolari arrivati in America da bambini di frequentare le scuole e lavorare, ma ora questi rischiano di essere rimp

Legge 107: manifestanti in piazza a Palermo
Tangenti che fanno rumore al TG USA
Scuola: via libera a 51.773 assunzioni per il nuovo anno

Il piano permette agli immigrati irregolari arrivati in America da bambini di frequentare le scuole e lavorare, ma ora questi rischiano di essere rimpatriati.

Il DACA, Deferred Action for Childhood Arrivals, potrebbe venire chiuso in via effettiva fra sei mesi. Fonti vicine al neo presidente Usa Donald Trump e allo Speaker della Camera Paul Ryan prevedono per martedì 5 una decisione in merito al piano di Obama, che mantiene in regola 800 mila ragazzi venuti dall’estero in America da piccoli. La decisione passerà poi al Congresso, che dovrà votare a favore o contro.

Il partito di Trump non è unito su questa decisione e quindi il Tycoon potrebbe vedersi contraddetto in parlamento. Contro di lui in una lettera aperta anche 350 amministratori delegati della Silicon Valley, fra cui Mark Zuckerberg, Jeff Bezos, Warren Buffet, Mary Barra e Tim Cook. Quest’ultimo ha dichiarato che 250 “dreamers” lavorano per lui e che cacciarli non rispetterebbe i veri valori americani del melting pot.

Questo anche il motivo per cui alcuni parlamentari repubblicani potrebbero votare contro la scelta di Trump. Un altro appello importante è inoltre quello che arriva dal Senatore Bernie Sanders, candidato alla presidenza durante le primarie democratiche contro Hillary, che chiede al Congresso di votare contro il Presidente. Specialmente in caso la decisione rimanga fedele alle azioni politiche di Trump e ai suoi feroci discorsi, in cui gli immigrati sono dipinti come un pericolo e non come una risorsa.

Questa non è l’unica faccenda su cui si dovranno scontrare Presidente e Congresso. Nei prossimi mesi infatti si aprirà la calda stagione autunnale che porterà Trump ad affrontare varie discussioni controverse, fra cui una manovra economica che dovrà tentare di far fronte alla recente emergenza dell’Uragano Harvey che ha devastato il Texas.

#FacceCaso

Di Alessandro Luna

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0