Tempo di lettura: 2 Minuti

Bella storia dal Sudafrica: bambina sconfigge l’ Aids!

Bella storia dal Sudafrica: bambina sconfigge l’ Aids!

Terzo caso al mondo in cui l’ Aids perde in un corpo umano. Svolta scientifica contro questa malattia? Molti diranno che la strada è ancora lunga, no

Le Donne in Rete
Parliamo di droga. Puntata 5: l’eroina
HIV e giovany, proviamo a fare chiarezza

Terzo caso al mondo in cui l’ Aids perde in un corpo umano. Svolta scientifica contro questa malattia?

Molti diranno che la strada è ancora lunga, noi diciamo: intanto è più che segnata. Nonostante molti retrogradi critichino la scienza e le sue scoperte, è proprio grazie alla ricerca, in questo caso medica, che si stanno trovando soluzioni a malattie considerate fino a qualche anno fa incurabili. Come l’ Aids

In questo caso gli sforzi profusi da oltre 40 anni a curare questo male lentamente mortifero hanno portato a una svolta “epocale”.

In Sudafrica, uno dei paesi col più alto tasso di contagiati al mondo, una bambina ha sconfitto il virus.

È stato annunciato in un convegno sul tema a Parigi, una notizia che ha dato entusiasmo al mondo della medicina. Dopo una cura di 10 mesi, nel suo primo anno di vita, la piccola si è ritrovata in una fase di remissione lunga altri 9 anni, da cui finalmente è uscita.

Sia chiaro, in questo periodo non ha preso farmaci, ma solo perché nel primo anno le venne somministrato un cocktail di farmaci anti-retrovirali, per appunto 10 mesi di fila, che alla lunga hanno prodotto tale risultato insperato.

Non è solo questione di chimica, ma con una notizia del genere a volte è più bello pensare a un mondo maggiormente sereno e libero.

Avanti così!

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0