Tempo di lettura: 2 Minuti

La musica oltre il wi-fi: ecco le migliori app di streaming offline

La musica oltre il wi-fi: ecco le migliori app di streaming offline

Youtube è il più vasto archivio di canzoni e versioni di brani al mondo, ma oltre a non avere ancora la possibilità di ascoltare i video in background

Le dirette video di Instagram mandate su Direct
Entrepreneur camp: Apple apre una scuola di programmazione al femminile
Gli studenti della scuola di Skoda disegnano Element Concept

Youtube è il più vasto archivio di canzoni e versioni di brani al mondo, ma oltre a non avere ancora la possibilità di ascoltare i video in background dal cellulare non funziona nemmeno offline. Per ovviare a questo ci sono però ottime app.

La musica ormai è parte integrante della nostra vita.Se per andare a lavoro, a scuola o a un appuntamento ci si annoia durante il tragitto, se in metro la radio non prende o se in fila alla cassa non si riescono a tenere lontane le cuffiette dalle orecchie, una di queste app non può mancare.

  • La prima a cui viene da pensare è Spotify, con un catalogo di 15 milioni solo nel 2011, numero che da allora è continuato a crescere fra aggiunte e nuove uscite. Ma l’unico modo per poter scaricare in modalità offline le canzoni è quello di pagare l’abbonamento di 10 euro al mese.
  • Per Android l’applicazione migliore e gratis è Phonograph: oltre ad avere milioni di canzoni da scaricare ed ascoltare offline e in background ha un timer di spegnimento per chi ama addormentarsi con la musica.
  • Google Play Music, scaricato di default sui dispositivi Android ma presente anche per IOS, permette di scaricare alcuni brani gratuitamente, mentre per altri bisogna pagare.
  • Un’altra app gratuita è Soundcloud, che permette di ascoltare offline i brani più in voga del momento, oltre a varie canzoni di gruppi emergenti e ai primi inizi (Per fare due esempi hanno cominciato su Soundcloud il gruppo “I Cani” e il rapper Gemitaiz).
  • Ma se è la musica emergente o “indie” ad appassionare, nessuna app è come Jamendo Music: è l’applicazione anti-mainstream ed è disponibile per Android e IOS.

Per chi invece ama la radio, le possibilità sono tre:

  1. scaricare le app delle singole stazioni, che a volte permettono di ascoltare i podcast anche senza wi-fi o connessione dati,
  2. usare l’opzione podcast sui dispositivi Apple,
  3. downloadare l’applicazione TuneIn Radio, che offre la possibilità di ascoltare molte stazioni radiofoniche ed eventualmente scaricarne alcune puntate per poterle ascoltare offline.

#FacceCaso

Di Alessandro Luna

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0