Tempo di lettura: 2 Minuti

Ventotene, studenti liceali a lezione d’Europa. Scopriamo di che si tratta!

Ventotene, studenti liceali a lezione d’Europa. Scopriamo di che si tratta!

Protagonisti gli studenti liceali nella cornice di Ventotene. A scuola d'Europa nel luogo simbolo del federalismo europeo. Per cinque giorni dal 24 a

Palermo: meno tasse all’università
Una scuola da 100 libri
I giovany violano di più il lockdown? Falso: ecco le prove scientifiche

Protagonisti gli studenti liceali nella cornice di Ventotene.

A scuola d’Europa nel luogo simbolo del federalismo europeo. Per cinque giorni dal 24 al 29 Ottobre,
l’isola di Ventotene sarà una grande aula didattica a cielo aperto. Si svolge infatti la prima edizione dell’iniziativa ” La scuola d’Europa a Ventotene”. Un luogo simbolico, dove nel 1941 tre intellettuali scrissero il documento che ha ispirato l’Unione Europea. Per gli estensori del manifesto occorreva ” costruire un saldo Stato federale, il quale disponga di un forza armata europea al posto degli eserciti nazionali e che spezzi decisamente le autarchie economiche, spina dorsale dei regimi totalitari”.

E proprio su questa piccola isola del Mediterraneo nel maggio scorso è nata l’idea di portare tra i banchi gli studenti per parlare d’Europa. Una modo per stuzzicare la curiosità dei giovani su questo tema. E quelli italiani sembrano essere i più interessati. Lo rivelano i dati del progetto” Europe 38″ condotto in sette Stati europei. La ricerca ha dunque messo in evidenza che i ragazzi italiani dai 19 ai 25 anni si sentono pienamente cittadini europei(92% degli intervistati). Molto più dei loro coetanei tedeschi, austriaci e inglesi, e un pó meno di quelli spagnoli, rumeni.

L’iniziativa, alla prima edizione, è rivolta proprio ai liceali dai 16 ai 18 di tutti i paesi appartenenti all’Ue. Il programma prevede una serie di incontri sul tema della Cittadinanza europea, con lezioni di storia e geopolitica e in conclusione, una Lectio magistralis del presidente del Parlamento europeo.

Durante queste giornate gli studenti faranno esperienza viva di cittadinanza europea, misurandosi su questioni reali come l’immigrazione, diritto, lavoro, e ambiente. Un progetto nato quest’anno sulla base dell’esperienza fatta da 31 giovani di nazionalità diverse che hanno “riscritto” il Manifesto di Ventotene.

Lo hanno fatto richiamandosi ai principi di accoglienza, solidarietà e rispetto che guidarono i padri del federalismo europeo. E che noi, nuove generazioni, dobbiamo tenere a mente nell’immaginare l’Europa di domani.

#Faccecaso

Di Luca Pennacchia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0