Università, a Bari arrivano le lauree a prova di smartphone

Università, a Bari arrivano le lauree a prova di smartphone

Da oggi gli smartphone serviranno anche a verificare l'autenticità delle pergamene. Vediamo come. Ah, che belli gli smartphone, con tutte quelle app

Vaccini: per iscriversi al nido alla scuola materna basterà l’ autocertificazione
Internet sul satellite con Space X: si parte nel 2019
Su Messenger sbarca la chat box che aiuta i rifugiati

Da oggi gli smartphone serviranno anche a verificare l’autenticità delle pergamene. Vediamo come.

Ah, che belli gli smartphone, con tutte quelle app più o meno utili. Tra quelle decisamente utili d’ora in poi ci sarà Scerpa, un’app che permetterà di risalire al certificato originale conservato negli archivi dell’Ateneo. Come? Tramite un QR code che verrà posto sulle pergamene in basso a destra.

La prima Università a sfruttare questo innovativo sistema sarà l’Aldo Moro di Bari che ha già consegnato i primi attestati in stampa digitale a cento laureati. Fra i tanti dottori baresi, però, solamente coloro che hanno conseguito il titolo di studio dopo il 31 agosto 2012 potranno usufruire della pergamena a prova di smartphone, almeno per il momento.

Si tratta sicuramente di un passo notevole verso il futuro, al pari delle lauree in Blockchain adottate dal MIT di cui vi avevamo già parlato. Non solo, quella dell’Ateneo pugliese è un’innovazione, tra le altre cose, assolutamente low cost.

Ciò è dovuto al fatto che la pergamena potrà essere stampata soltanto all’interno dell’Università e quindi permetterà ai laureati un risparmio notevole. Il nuovo certificato, infatti, costerà soltanto 80 centesimi, quasi 2 euro in meno rispetto ai 3.60 spesi in tipografia.

Si tratta di un’invenzione assolutamente fondamentale, specie perché arriva pochi giorni dopo due casi di lauree falsificate che si sono verificati ad Avellino e a Pescara (rispettivamente uno pseudodentista e una presunta infermiera).

La speranza ora è che anche altre Università seguano le orme dell’Aldo Moro e rendano molto più facile verificare l’autenticità di un attestato così importante come la laurea. D’altronde più semplice di prendere in mano uno smartphone al giorno d’oggi cos’altro potrebbe esserci?

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0