Tempo di lettura: 3 Minuti

Gino is the new black (?)

Gino is the new black (?)

Da un’instagram story fino agli auguri dedicategli da Renzi. Ecco la storia di Gino, #FacceCaso! È il pomeriggio del 31 dicembre. Tutto procede tranq

Scuole allagate in Veneto, studenti verso lo sciopero
Instagram fa la spia: uomo avvisato..
In Puglia c’è ancora chi aspetta la borsa di studio

Da un’instagram story fino agli auguri dedicategli da Renzi. Ecco la storia di Gino, #FacceCaso!

È il pomeriggio del 31 dicembre. Tutto procede tranquillamente con gli ultimi preparativi della serata fino a che non apro Instagram. Completamente sommerso di commenti “ GINO ” “Gino” “Ginooo” e simili sotto le foto dei personaggi più famosi.

Facciamo un po’ di chiarezza.

Tutto ciò nasce da l’Instagram story dello youtuber Blur (Gianmarco Tocco) nella quale dice ai suoi fan di scrivere “ Gino ” sotto le foto di qualunque personaggio popolare. Dopo qualche ora Instagram è invaso da tali commenti: sotto le foto di Chiara Ferragni, Cristiano Ronaldo non si legge altro. L’#Gino diviene una tendenza mondiale ed anche Matteo Renzi, nei suoi auguri per l’anno nuovo scrive “(…) Buon 2018 sopratutto a questo benedetto #Gino ”.

Insomma un vero e proprio tormentone, chi lo chiama così con amarezza o chi lo accompagna con una risata ma proviamo ad andare più a fondo.

Il fatto della diffusione di “ Gino ” è l’esemplare espressione del comportamento del gregge dove un gran numero di persone agisce per perseguire lo stesso obbiettivo nello stesso momento. Quale fosse l’obbiettivo? Lasciare un segno nel 2017, fare una Rivolta su Instagram, dice Blur.

E siccome la definizione di follia per Wikipedia è “Una moda eccessiva o una mania collettiva dovuta al comportamento del gregge”, Gino è l’ultima follia social del 2017.

D’altra parte moltissimi hanno criticato lo youtuber ma ciò che è successo il 31 non è forse il ruolo nella società, ormai da qualche anno, degli influencer?

#FacceCaso

Di Claudia Biasci

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0