Tempo di lettura: 1 Minuti

50 nuovi posti al Ministero della Giustizia. Concorsi al via per ingegneri, architetti e contabili

50 nuovi posti al Ministero della Giustizia. Concorsi al via per ingegneri, architetti e contabili

Il Ministero della giustizia apre 50 posti ad architetti, contabili ed ingegneri. Le prove consisteranno in due scritti e un orale con caratteristiche

Sda Bocconi e Microsoft insieme per un Talent
Incentivi per assunzioni, abbiamo novità
Bologna: i problemi sono tanti, ma in un modo o nell’altro la scuola riparte

Il Ministero della giustizia apre 50 posti ad architetti, contabili ed ingegneri. Le prove consisteranno in due scritti e un orale con caratteristiche uguali per tutti i partecipanti. Ecco di seguito i lavori, i requisiti e come iscriversi per poter accedere alle prove.

Il ministero della Giustizia ha da poco annunciato 50 nuove assunzioni a tempo indeterminato delle 1400 promesse. Il 1 febbraio è il termine ultimo per partecipare ad una gara che interesserà i seguenti professionisti:

  • Trentacinque funzionari contabili
  • Tre ingegneri elettronici
  • Altrettanti ingegneri elettrotecnici
  • Cinque ingegneri meccanici
  • Due ingegneri strutturisti
  • E due architetti

Per il primo bando potranno partecipare i laureati in economia e commercio (o lauree per legge equipollenti), chi ha una laurea magistrale, o chi ha i seguenti titoli:

  • M-56 scienze dell’economia
  • LM-77 scienze economico-aziendali
  • Laurea triennale L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale
  • L-33 Scienze economiche.

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata  al link registrazioneconcorsipersonaledap.giustizia.it solo per via telematica. Poi seguiranno due prove scritte il cui punteggio minimo di 21 su 30 servirà ad accedere alla prova orale. Invece chi vuole partecipare per i posti di architetto o ingegnere dovrà aver ricevuto l’abilitazione nelle suddette professioni ed essere iscritto all’ordine.

Gli architetti dovranno essere laureati in architettura o in lauree per legge equipollenti. Le prove per l’assunzione si svolgeranno esattamente come per i contabili: due prove scritte ed una orale, cui si accede con il punteggio di 21 su 30 ad entrambe le prime prove. Due prove scritte ed una orale anche per gli ingegneri, che dovranno fare una prova preselettiva in caso siano più di mille partecipanti. E vale la regola del 21 su 30 come negli altri concorsi.

Queste le nuove assunzioni e come poter essere uno dei fortunati che si troverà con un lavoro a tempo indeterminato al ministero della Giustizia: un’occasione da non farsi sfuggire!

#FacceCaso

Di Alessandro Luna

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0