Tempo di lettura: 1 Minuti

Università e cittadini insieme per un progetto culturale in materia di ambiente

Università e cittadini insieme per un progetto culturale in materia di ambiente

I dettagli verranno resi noti a fine mese, per ora si può dire che per la Valgobbia si tratta di una grossa novità. #FacceCaso. L’assessore alla Cult

Bussetti vuole ridurre le ore di alternanza scuola-lavoro
Macroscuola: la scuola ideale tra utopia e realtà
Ritorno a scuola: le migliori app che aiutano lo studente

I dettagli verranno resi noti a fine mese, per ora si può dire che per la Valgobbia si tratta di una grossa novità. #FacceCaso.

L’assessore alla Cultura e alla Pubblica istruzione Rossana Bossini ha presentato l’agenda per l’anno 2018, che avrà al centro un progetto culturale di respiro nazionale in materia di ambiente.

“La carne al fuoco è tanta e i progetti sono di un certo rilievo”.

I dettagli verranno resi noti a fine mese, per ora si può dire che per la Valgobbia si tratta di una grossa novità.

“Abbiamo definito il lavoro con il termine “progetto Ambiente”, ma l’operazione vede al lavoro gli Assessorati alla cultura, per il profondo obiettivo che l’iniziativa si pone, e alla pubblica istruzione, considerato il coinvolgimento delle strutture scolastiche sovraccomunali. Infatti tutto si svolge con l’Università di Perugia e un suo studente laureato in progettazione paesaggistica. In concreto identificheremo una o più parti di territorio a verde, sulle quali realizzare un progetto di riqualificazione con la partecipazione attiva della cittadinanza”.

Come funziona la collaborazione tra Università e cittadini?  L’idea non va confusa con il progetto ‘adotta un’aiuola’, nel quale l’intervento di cittadini e associazioni riguarda la cura di spazi verdi.

Nel nuovo progetto saranno i cittadini a pensare cosa proporre e come farlo. Tutte le idee raccolte saranno oggetto di un corso universitario a Perugia, mentre lo studente prescelto avrà il compito di progettare nei dettagli l’idea e trasformarla in qualcosa di concreto.

“Sarà lui a mettere nero su bianco le proposte dei lumezzanesi sulla pianificazione ambientale”. Continua l’assessore Rossana Bossini.

Negli ultimi anni nella cittadina è stata avviata anche l’operazione Malati per l’ambiente’ al cui interno è inserita l’iniziativa ‘Viviamo la montagna’, che vede coinvolte diverse associazioni locali insieme a due scuole di San Sebastiano e Sant’Apollonio.

Il mondo scolastico valgobbino è in fermento anche su un altro fronte, quella del trasferimento dell’Agenzia formativa Don Tedoldi al Villaggio Gnutti.

“Stiamo lavorando proficuamente e dopo l’analisi di fattibilità ora stiamo affrontando l’iter burocratico. Abbiamo fatto i sopralluoghi, steso le relazioni necessarie e l’intenzione è quella di avere la nuova struttura pronta per ospitare l’Agenzia per l’anno 2018-2019”. Conclude l’assessore.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0