Tempo di lettura: 1 Minuti

Tra Prank e Vlog una nuova generazione di Youtubers

Tra Prank e Vlog una nuova generazione di Youtubers

Parliamo di due nuovi Youtubers che stanno sfondando nella piattaforma. Gabriele Canella e Cristiano Cannavò. Di Youtubers in Italia e nel mondo ce n

smartDONOR, ecco l’app per i donatori del sangue e non by MOODìka!
Liceo di Albenga: trovata soluzione per le nuove aule
Google Pixel low cost?

Parliamo di due nuovi Youtubers che stanno sfondando nella piattaforma. Gabriele Canella e Cristiano Cannavò.

Di Youtubers in Italia e nel mondo ce ne sono una miriade. Forse troppo sdoganato nel suo utilizzo, la piattaforma di proprietà Google si è aperta a un pubblico dalle dimensioni televisive, lanciando allo stesso tempo molti personaggi divenuti celebri.

Ma nel mare di ragazze e ragazzi che si cimentano con la telecamera oggi vi vogliamo parlare di due giovani emersi quest’anno. Stiamo parlando degli youtubers Gabriele Canella e Cristiano Cannavò, quest’ultimo in arte xDrake. Entrambi fanno parti del Talent della GreaterFool Media, e anche se giovanissimi, sono seguitissimi dal pubblico della rete.

Gabriele è un ragazzo giovanissimo di 16 anni, Milanese, che è riuscito a raggiungere notorietà e popolarità in tempi davvero brevi. La sua specialità sono i “prank”, ossia gli scherzi girati con più telecamere all’insaputa delle “vittime”, come le più datate candid camera.La mamma è solita subire le sue mosse comiche. Famoso il video-scherzo “Mia madre mi becca a s****re” , che ha raggiunto quasi 3 milioni di visualizzazioni. Un vero e proprio fenomeno virale di un anno fa con cui ha raccolto gli stati d’animo di una generazione nata davanti agli schermi di un computer. Del resto i temi che tratta ricorrono tra i suoi coetanei nati dopo il 2000. Scuola, famiglia, musica, con la passione per Ghali, raccontati in maniera ironica. Per lui la bellezza di 100.000 iscritti.

Parliamo invece di xDrake, ossia Cristiano Cannavò. Questo ragazzo, anche lui di 16 anni, lo ritroviamo dall’altra parte d’Italia, ossia Catania. Oltre 70.000 iscritti, anche lui ha fatto dell’abilità a far ridere la gente il suo mezzo di fama su Youtube. La classifica dei pranksters italiani vede questi due sempre più avanti, e i fans ridono per gli scherzi che riescono a proporre.

La grande capacità della piattaforma video è ormai proprio quella di far emergere chiunque, anche due ragazzi lanciatisi senza scuole di teatro o gavette particolari. Al centro c’è solo la voglia di divertirsi con una telecamera davanti.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0