Tempo di lettura: 1 Minuti

M5S, il caso del master tarocco

M5S, il caso del master tarocco

Il capo della comunicazione grilla vanta un master negli Usa. Ma l'università smentisce. Rocco Casalino, responsabile della comunicazione del Movimen

Tik Tok si ritira da Hong Kong. I pro e i contro di questa scelta
Sapienza a porte aperte
Emoji, l’evoluzione del nuovo linguaggio universale

Il capo della comunicazione grilla vanta un master negli Usa. Ma l’università smentisce.

Rocco Casalino, responsabile della comunicazione del Movimento cinque stelle, vanta nel suo curriculum un master in Business Administration, conseguito presso l’Università di Shenandoah, in Virginia. Ebbene, di questo prestigioso corso post laurea non c’è più traccia. La pagina Linkedin che conteneva il master in economia è stata fatta bloccare dallo stesso Casalino.

Prima di arrivare ai titoli di coda di questa vicenda che fa sorridere( ma anche no) bisogna partire dall’inizio. Nello specifico, da quando alcuni giornali hanno deciso di dare un’occhiata proprio al profilo Linkedin di Casalino, che in questi giorni, sta valutando i curriculum degli aspiranti addetti alla comunicazione M5S. E sicuramente, i giornalisti hanno esaminato il suo curriculum più attentamente del suo movimento. Perchè il pr del M5S dichiara di aver conseguito un master, ma non è vero.

Sono diversi i fattori che hanno fatto dubitare i quotidiani della veridicità del titolo. Innanzitutto la natura del master, assai costoso e inaccessibile a uno studente privo di esperienze lavorative, com’era lo stesso Casalino nel 2000. Un anno importante per il deputato del M5S, visto che si laurea e s’ imbarca nell’esperienza del Grande fratello.  Il problema è che il master americano dura fino a 3 anni e mai meno di un anno. A questo punto i cronisti del “Foglio” hanno contattato l’università che ha gentilmente risposto:

 “Non abbiamo traccia di uno studente con quel nome e quel cognome che abbia frequentato la nostra università e che abbia conseguito un diploma” Mba.

Casalino dal canto suo, ha confermato di non aver mai preso alcun master e di non aver mai avuto un profilo Linkedin.

“L’unica cosa vera è che ho una laurea in ingegneria elettronica con indirizzo gestionale e ho fatto il giornalista. Ho già provveduto a bloccare tutto.”

Cosa che puntualmente qualche ora dopo è avvenuta, con il profilo effettivamente rimosso. Rimane la gaffe, se non la macchia di quel titolo “fantasma” esibito per tanto tempo. E questa volta il grido “onestà onestà”del M5S suona surreale.

#FacceCaso

Di Luca Pennacchia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0