Tempo di lettura: 2 Minuti

Il liceo Giovanni Spano di Sassari vince  “La tua idea d’impresa”

Il liceo Giovanni Spano di Sassari vince  “La tua idea d’impresa”

Gli studenti hanno presentato un vero prototipo, realizzato con la collaborazione del dipartimento di Chimica e del FabLab dell’università di Sassari.

Big data for restaurant : a Firenze voti i ristoranti con un’app
Millennials, vittime dei social
Germania VS inquinamento: 1-0

Gli studenti hanno presentato un vero prototipo, realizzato con la collaborazione del dipartimento di Chimica e del FabLab dell’università di Sassari. #FacceCaso.

Dopo la vittoria dello scorso anno, il liceo Giovanni Spano di Sassari conferma di avere ottime idee imprenditoriali. 

Gli studenti sardi hanno conquistato per la seconda volta il premio La tua idea d’impresa, promosso da Confindustria con il patrocinio del ministero dell’Istruzione.

Quest’anno il liceo “Giovanni Spano” ha presentato il progetto Drop Technology, con il quale ha proposto una nuova tecnologia per i veicoli a benzina, diesel e ibridi che permette di abbattere fino all’80% le emissioni di anidride carbonica.

Gli studenti hanno presentato un vero prototipo, realizzato con la collaborazione del dipartimento di Chimica e del FabLab dell’università di Sassari.

“È la prima volta che è stata presentata un’idea assieme a una sua realizzazione pratica con un così elevato livello di innovazione”. Ha commentato la giuria. 

“Siamo partiti dalla constatazione che l’inquinamento dell’aria è uno dei principali problemi che affliggono il nostro pianeta. I dati sono allarmanti. Non possiamo permetterci di perdere altro tempo”. Hanno spiegato i ragazzi del liceo Spano alla premiazione, avvenuta a Gaeta giovedì scorso durante il Festival dei Giovani. 

L’idea geniale richiederà un investimento iniziale di un milione e mezzo di euro.

Giovannella Meazza, tutor del gruppo di lavoro e referente per l’alternanza scuola-lavoro, si è detta soddisfatta dei suoi ragazzi. La professoressa Meazza, però, ha invitato i ragazzi a mantenere i piedi per terra.

“Certo questa volta siamo andati oltre il campo della simulazione d’impresa, ma rimane sempre un gioco”.

“Talento, innovazione e capacità di comunicare sono stati i protagonisti di un lungo percorso formativo e di competizione, che ha coinvolto studenti, insegnanti e imprenditori nell’ottica di favorire l’interazione sul tema della cultura d’impresa, della formazione scolastica e delle professionalità necessarie per accedere al mondo del lavoro”. Ha precisato Roberto Chironi, rappresentante di Confindustria centro nord Sardegna. 

Il progetto rappresenta un nuovo legame tra il mondo del lavoro e il sistema scolastico.

“L’iniziativa mira al potenziamento dell’offerta formativa spendibile come alternanza scuola-lavoro, in linea con quanto previsto dalla Legge 107/2015, la cosiddetta Buona Scuola”.
Ha concluso Chironi. 

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0