Tempo di lettura: 1 Minuti

Stage extracurriculari? Assolutamente sì

Stage extracurriculari? Assolutamente sì

Aumentano di circa il doppio i ragazzi che fanno uno stage extracurriculare. È un buon segno? Quante volte ci hanno ripetuto che fare uno stage è qua

Bando Ministero Istruzione: 50 milioni per promuovere integrazione e accoglienza
SO.R.TE va in goal per la solidarietà!
Com’è il mondo dei giovani tra lavoro e studio

Aumentano di circa il doppio i ragazzi che fanno uno stage extracurriculare. È un buon segno?

Quante volte ci hanno ripetuto che fare uno stage è qualcosa di fondamentale? So che stai pensando anche tu la stessa cosa, tantissime. Anche un po’ per questo il numero dei ragazzi che fanno uno stage extracurriculare è raddoppiato rispetto al 2012.

Innanzitutto, per stage extracurriculare si intende quel tirocinio fatto solitamente dopo la laurea, che quindi non rientra nel conteggio dei crediti per il conseguimento del titolo. Altra, grande, particolari di questo tipo di internship è il fatto che dovrebbero essere retribuiti. Un esempio importante è lo stage ottenuto grazie al programma Garanzia Giovani.

Dal 2012 ad oggi, coloro che hanno fatto un tirocinio dopo gli studi sono passati da circa 185.000 a 370.000. Dei numeri da record. La cosa positiva sta nel dato che ci dice come questi ragazzi sono stati inseriti nelle aziende dopo il periodo da tirocinanti; infatti, se nel 2012 erano circa l’8% adesso sono il 21%. Aspetta un attimo, non parliamo solo di ragazzi. Sicuramente la maggior parte è under 29, ma c’è anche una piccola parte di over 40. Eh già, perché lo stage viene visto come reinserimento nel mondo del lavoro.

Ci possono essere anche dei contro, però. Se da una parte si parla di inserimento, dall’altra le aziende possono sfruttare questa posizione un po’ precaria. Infatti, dopo il periodo di stage non sempre c’è l’obbligo di assunzione, come dopo un normale periodo di prova. #Ahia
Solo il 26% di chi fa il tirocinio riesce ad avere un contratto a tempo indeterminato, la maggior parte, dopo i primi sei mesi ha un “semplice” contratto di apprendistato.

Fare un tirocinio, durante il percorso di studi o dopo, è essenziale. Ma attenti a non farvi mettere i piedi in testa!

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0