Tempo di lettura: 3 Minuti

Social network, come ti rovinano la vacanza

Social network, come ti rovinano la vacanza

Uno studio condotto da due università tedesche ha rivelato che alcuni di noi sono invidiosi della vacanza degli amici. E la colpa è dei social. L'est

Tutto ciò che c’è da sapere sui test d’ingresso all’università
App, qualche consiglio per l’ estate
Estate 2018, ecco la top 5 delle cose da mettere in valigia

Uno studio condotto da due università tedesche ha rivelato che alcuni di noi sono invidiosi della vacanza degli amici. E la colpa è dei social.

L’estate sta ormai finendo e per molti è già arrivato il momento di tornare al lavoro o magari sui libri, per preparare gli esami della sessione autunnale. Un momento che la maggior parte di noi avrebbe voluto non arrivasse mai ma d’altronde non possiamo stare una vita in vacanza, no?

Alcuni, poi, anche avendo potuto starci, probabilmente non avrebbero voluto, perché non sono rimasti pienamente soddisfatti di come hanno trascorso le proprie ferie. Un’insoddisfazione che spesso è generata dal confronto tra le nostre vacanze e quelle dei nostri amici che i social ci portano a fare.

D’altronde si sa, l’erba del vicino è sempre più verde e i filtri di Instagram accentuano ancor di più quest’illusione. E così ecco che di fronte ai paradisi terrestri ritratti nelle foto dei nostri amici non possiamo fare altro che provare invidia, frustrazione, rabbia. Sensazioni che, secondo la Technische Universitat Darmstadt e la Humbdolt Universitat zu Berlin accomunano circa il 33% degli utenti.

Non dobbiamo dimenticarci, però, che i social network ci mostrano solamente ciò che le persone vogliono farci vedere e, come sappiamo, la gente non ama condividere i lati negativi delle proprie esperienze (e d’altra parte sarebbe strano se fosse il contrario).

In altre parole se vediamo qualcuno seduto sotto una palma con un bel cocktail in mano non vuol dire necessariamente che si stia rilassando; magari è solamente l’impressione che vuole dare. D’altronde i social ci offrono l’occasione di scegliere quale parte della nostra vita rendere pubblica e l’estate è il momento giusto per mostrare il lato migliore.

Ma dobbiamo capire che Facebook, Instagram e compagnia non sono la realtà e (per fortuna) mai lo saranno. Perciò finitela con quest’ansia da prestazione e godetevi le vostre ferie senza stare a pensare ad inseguire la vacanza perfetta, sempre ammesso che ne esista una.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0