Tempo di lettura: 1 Minuti

Rome reborn: l’app per vivere Roma antica al 100%

Rome reborn: l’app per vivere Roma antica al 100%

Tieniti forte perché a breve arriveranno anche le ricostruzioni visitabili del Colosseo e del Pantheon. #FacceCaso. La nostra amata Roma antica prend

Dove studio: l’app per chi non trova mai posto per studiare
Pull a Pig, la nuova moda depravante
8 marzo: sciopero scuola, trasporti e sanità

Tieniti forte perché a breve arriveranno anche le ricostruzioni visitabili del Colosseo e del Pantheon. #FacceCaso.

La nostra amata Roma antica prende vita con un app, tutto merito di Rome Reborn: il progetto che ricostruirà i monumenti e i luoghi simbolo della Città Eterna.

La città antica verrà completamente ricostruita in digitale, la più grande sfida mai realizzata ad oggi in questo campo. Potrai realizzare un viaggio che ti porterà dritto nell’Urbe di Costantino ripercorrendo più di 7 mila edifici e 14 chilometri quadrati.

Per la prima volta, potrai sorvolare Roma direttamente dal tuo smartphone grazie a “Flight Ancient Rome”. Passeggerai tra i Fori Imperiali, attraverserai l’Arco di Settimio il Severo e il Tempio di Vesta. Entrare nella Basilica di Massenzio per ammirarne le maestose volte blu e oro. Passeggerai tra le Mura Aureliane, fra decorazioni ricostruite fedelmente e monumenti, immortali.

Tieniti forte perché a breve arriveranno anche le ricostruzioni visitabili del Colosseo e del Pantheon. La cosa assurda è che per rendere il tutto ancora più reale, c’è la possibilità di fermarsi a chiacchierare con i visitatori incontrati lungo il cammino con chat create ad hoc. Il progetto è frutto di una duro lavoro: ben 20 anni di perfezionamento per dare vita ad un’applicazione unica nel suo genere.

“Ricostruire Roma è un sogno antico”. Ha dichiarato il direttore Bernard Frischer, presentando l’app.

“L’idea mi è venuta quando al Museo della Civiltà Romana dell’Eur ho visto per la prima volta il plastico di Italo Gismondi realizzato tra il 1935 e il 1971”.
Ha concluso.

Rome Reborn è stata elogiata anche del docente di Archeologia classica presso l’Università di Firenze, Paolo Liverani.

“Di progetti come questo, realizzato in 22 anni di lavoro, rifatto tre volte e con tali risultati, non ne ricordo altri. È colorato, come era Roma al tempo, e dinamico: potremo per esempio ripercorrere il cammino di Costantino quando entrò trionfante nella capitale dell’Impero”.

#FacceCaso. 

Di Francesca Romana Veriani 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0