Tempo di lettura: 3 Minuti

Università gratis in Europa

Università gratis in Europa

L’istruzione universitaria totalmente gratis: dal nord Europa, fino al centro e al sud. Ecco dove conviene andare a studiare. Molti studenti sognano

Sedicenni al voto: che si fa?
Innsbruck, all’Università si cercano ricordi di studio!
In quale paese Laurea fa guadagnare di più?

L’istruzione universitaria totalmente gratis: dal nord Europa, fino al centro e al sud. Ecco dove conviene andare a studiare.

Molti studenti sognano di andare a studiare all’estero, di sperimentare nuovi stili di vita. Ma il costo delle varie spese che si dovrebbero affrontare, spesso frena i giovani. Tuttavia, ci sono paesi europei che finanziano a tal punto l’istruzione universitaria, da renderne totalmente gratis l’accesso.

Germania in testa

Fra questi vi è certamente la Germania, denominata, per tale motivo, paradiso degli studenti. Tutti gli studenti, sia europei che non, sono esonerati dal pagare le tasse universitarie.

Due città della Germania sono state classificate, negli ultimi anni, fra le 20 più economiche per gli universitari: Monaco di Baviera e Berlino.

Questo sussidio tuttavia non è valido in alcune regioni del paese che hanno reintrodotto le imposte per migliorare il sistema universitario.

Francia a seguire

Anche in Francia i costi delle università sono facilmente abbordabili. Sebbene non siano totalmente gratuite, come in Germania, le tasse hanno un costo molto basso rispetto a tanti altri paesi. Solitamente si mantengono sui 184 euro all’anno, ma la cifra può aumentare in alcuni casi. Ad esempio per le facoltà come ingegneria o medicina, il costo delle tasse aumenta moderatamente, mentre scegliere di studiare in una grande école, comporta un ammontare notevole delle spese.

Danimarca mica male

In Danimarca non solo l’università è gratuita, ma lo stato paga persino i ragazzi per studiare. Inoltre prima gli studenti si rendono indipendenti dalla famiglia e più alto sarà il contributo agli studi: infatti il finanziamento, dai poco più di 800 euro al mese, può calare fino ai 300 euro. Inizialmente il programma di sovvenzioni era limitato agli studenti danesi, ma dal 2013 esteso anche a tutti gli altri studenti europei. Tuttavia questi ultimi, per usufruirne devono lavorare fra le 10 e le 12 ore a settimana.

Gli altri in giro

In altri paesi del nord Europa troviamo simili sussidi: Norvegia, Svezia, Islanda e Finlandia offrono gratuitamente l’istruzione superiore. Infine si possono trovare generosi contributi, anche se non sempre con una totale esenzione dai pagamenti, in altri paesi quali, Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Grecia, Italia e Spagna.

#FacceCaso

Di Bianca Ruffolo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0