Tempo di lettura: 3 Minuti

Elezioni Luiss: intervista a Francesco Gerli, candidato al CSU lista UniVerso Studenti

Elezioni Luiss: intervista a Francesco Gerli, candidato al CSU lista UniVerso Studenti

Tempo di elezioni Luiss, intervistiamo Francesco Gerli che si candida come rappresentate al Comitato Sportivo Universitario. Periodino intenso in Lui

Le tre migliori università di Roma dove studiare giurisprudenza
Anno nuovo, nuovo rettore
La Sapienza di Roma miglior università italiana

Tempo di elezioni Luiss, intervistiamo Francesco Gerli che si candida come rappresentate al Comitato Sportivo Universitario.

Periodino intenso in Luiss; basta farsi un giro al bar di Viale Romania per accorgersi che siamo in piena campagna elettorale. Per oggi sono imparziale e faccio qualche domanda al mio amico Francesco Gerli che per le elezioni Luiss si è messo in gioco in prima persona. Vediamo come risponde alle mie domande!

Ciao, Francesco! Presentati brevemente ai lettori di FacceCaso

“Ciao Chiara! Grazie a te e a FacceCaso per questa opportunità. Mi chiamo Francesco Filippo Gerli, ho 22 anni e vengo da Perugia. Vivo a Roma da quattro anni ormai dove studio Relazioni Internazionali alla Luiss. Sono un ragazzo semplice, solare e alla mano, ma soprattutto sono uno Sportivo da sempre e per perseguire questa mia passione fino in fondo mi sono candidato al CSU.”

Che significa “CSU”?

“Il Comitato Sportivo Universitario (CSU) è l’organo di rappresentanza degli studenti dedicato alle squadre sportive della società AS Luiss di fronte all’Università stessa. Il rappresentante al CSU è il collegamento tra atleti e università. Ci sono due posizioni per questo ruolo, e io spero di vincerne una!”

Cosa ti ha spinto a candidarti?

“Ciò che mi spinge a candidarmi è senza alcun dubbio la mia forte passione per lo sport. Dopo aver giocato per 10 anni nella squadra di pallanuoto della mia città natale, il passaggio in Luiss mi ha inevitabilmente impedito di continuare con quella che è sempre stata la mia più grande passione. Ma, nonostante io sia uno studente fuori sede, lontano dalla pratica della pallanuoto, non mi sono rassegnato e ho deciso di sfruttare al meglio le possibilità offerte dal mio ateneo. Da oltre due anni, infatti, sono membro della squadra di canottaggio della Luiss.”

Perché dovrei scegliere te?

“Essendo un atleta di una squadra sportiva Luiss, ho avuto modo di conoscerne da vicino le dinamiche. Ritengo, infatti, che un rappresentante che agisce per l’interesse della propria squadra abbia sicuramente una motivazione maggiore rispetto a chi non pratica davvero. Credo che il mio punto di forza sia proprio il mio essere un atleta in primis: insomma, so bene di cosa sto parlando! Non mi limito a guardare AS Luiss dall’esterno, la vivo con tutto me stesso, con i suoi pregi e difetti.

Come ho già detto, è la passione a spingermi: è proprio questo il mio punto di forza!”

Il tuo slogan?

“”Dallo sport per lo sport”, rappresenta l’essenza della mia corsa alle elezioni Luiss.”

Definisci il tuo programma in una frase

“Il mio programma è: innovativo, in linea con la mia vocazione sportiva e i miei interessi didattici.”

I punti forti del tuo programma

“In primis ci tengo molto a sottolineare l’importanza che ho dato all’internazionalizzazione, infatti ben due punti del mio programma riguardano questo aspetto. Il primo, Erasmus Sport, consiste nell’offrire la possibilità agli atleti Luiss che sono stati selezionati per i programmi Erasmus di entrare a far parte delle squadre sportive degli atenei esteri.

Il secondo punto è più generale: consiste nella creazione e organizzazione di eventi sportivi a livello internazionale in collaborazione con le Università partner, che possano fornire ai nostri atleti la possibilità di aprirsi a nuovi contesti e di crescere attraverso il confronto con realtà esterne.”

Io, da non sportiva, come posso sentirmi rappresentata dalla tua candidatura e dal tuo programma?

“Proprio dal mio focus sull’internazionalizzazione. Mi spiego, il mio obiettivo è quello di “innalzare” il nome di AS Luiss in modo da renderlo conosciuto anche all’estero. Vorrei fare questo aumentando le partnership tra le squadre sportive Luiss e quelle di altri atenei europei e non. Questo è un punto importante anche per voi “non sportivi” perché permette all’ateneo di essere conosciuto a livello internazionale.”

Qual è la prima cosa che faresti non appena insediato?

“Farei di tutto per iniziare ad attuare ogni singolo punto del mio programma con scrupolosità e passione. La priorità assoluta sarebbe quella di non deludere coloro che hanno creduto in me votandomi. Metterei impegno in ogni singola mossa tenendo sempre a mente il bene delle nostre squadre e dei nostri atleti.”

Come vuoi concludere questa intervista?

“La mia candidatura alle elezioni Luiss è mossa dalla forte passione e interesse che nutro per il mondo sportivo. Due anni fa ho scoperto una realtà alla quale mi sono avvicinato sempre di più fino a sentirla come una seconda famiglia: “AS Luiss”. Per questo, proprio come se fosse la mia famiglia, credo che la società si meriti un rappresentate che agisca con passione, impegno e con la mentalità di un atleta oltre che semplice studente!”

Dallo sport per lo sport!

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0