Tempo di lettura: 1 Minuti

Caput Draconis, da Hogwarts a Livorno il passo è breve

Caput Draconis, da Hogwarts a Livorno il passo è breve

Oggi parliamo di un'associazione “potteriana”, la Caput Draconis, e del raduno che ha trasformato la Fortezza Nuova nel castello di Hogwarts. Dopo av

Sapienza appuntamenti da lunedì 18 a domenica 24 marzo
Primo maggio con la pioggia, che fare?
Il 2018 è l’Anno europeo del patrimonio culturale e i giovani non possono che guadagnarci!

Oggi parliamo di un’associazione “potteriana”, la Caput Draconis, e del raduno che ha trasformato la Fortezza Nuova nel castello di Hogwarts.

Dopo aver accolto a Milano una mostra immersiva dedicata al magico universo di Harry Potter, la nostra penisola sta ospitando in questi giorni (dal 24 al 29 agosto) un altro evento legato al mondo del quattrocchi più amato del globo. Dove? In Toscana, a Livorno per la precisione.

Qui è stata allestita, sfruttando la suggestiva location della Fortezza Nuova, una sorta di scuola di magia ispirata a quella di Hogwarts, con tanto di corsi di incantesimi, pozioni e balli del ceppo. Il tutto allo scopo di regalare agli appassionati livornesi della saga un’esperienza indimenticabile.

Un’esperienza studiata nei minimi dettagli dalla Caput Draconis, un’associazione senza scopo di lucro nata a Firenze con l’obbiettivo di riunire i fan del maghetto attraverso manifestazioni come quella di Livorno, creando così una community basata sui valori dell’uguaglianza e della diversità come risorsa.

Finalità sulle quali si è soffermato anche Luigi Veneruso, uno dei fondatori della Caput Draconis, che a LivornoToday ha sottolineato come gli eventi organizzati dall’associazione siano soltanto un tramite per “creare socialità, favorendo così la nascita di legami veri e propri”.

D’altronde l’arma che ha permesso ad Harry Potter di avere la meglio su Lord Voldemort è proprio la forza dell’amore e dell’amicizia. Ed è proprio da quell’amicizia che Veneruso e soci hanno scelto di ripartire, sfruttando la popolarità della saga per fare qualcosa di socialmente utile e costruttivo.

La nostra speranza, quindi, è che questa “scuola di magia” livornese funga da esempio e che eventi di questo tipo vengano organizzati con una frequenza sempre maggiore. Perché la condivisione e l’amicizia sono il nostro Patronum, sono gli incantesimi più potenti che abbiamo in serbo; altro che Avada Kedavra

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0