Tempo di lettura: 2 Minuti

A scuola con… Fabio Massimo Castaldo!

A scuola con… Fabio Massimo Castaldo!

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. Oggi un salto all'Europarlamento con Fabio Massimo Castal

E dopo la maturità? Università, lavoro, anno sabbatico… chiariamoci le idee!
Fuoricorso? Potresti pagare più tasse
Classici o non classici?

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. Oggi un salto all’Europarlamento con Fabio Massimo Castaldo.

Vi siete mai chiesti quale scuola avessero frequentato da adolescenti personaggi come Salvini, PIF o Salmo? Noi sì. E visto il successo della nostra rubrica sugli sportivi, abbiamo deciso di allargare il campo, includendo nella nostra indagine attori, musicisti, politici e chi più ne ha più ne metta.

Per l’appuntamento di questa settimana abbiamo scelto il nuovo vicepresidente dell’Europarlamento, il nostro connazionale Fabio Massimo Castaldo. Per ricostruire il suo curriculum scolastico ci siamo avvalsi del supporto di Matteo Bruno, un assiduo lettore della rubrica (al quale rinnoviamo i nostri ringraziamenti) che a proposito di Castaldo ci scrive che:

Nato a Roma il 18 settembre 1985, frequenta il Liceo “Ugo Foscolo” di Albano Laziale, presso cui consegue la maturità classica con il punteggio di 100/100. Successivamente si iscrive all’Università di Tor Vergata e nel 2012 ottiene la doppia laurea con lode presso l’ateneo romano e l’Università di Paris Est-Créteil.

I suoi studi gli sono poi tornati molto utili nella sua carriera politica, cominciata nel 2013 (appena dopo la sua laurea) con l’incarico di coordinatore del IX Municipio di Roma Capitale e proseguita con l’elezione nella Circoscrizione Italia Centrale del Parlamento Europeo dell’anno dopo.

E’ qui che Fabio mette in mostra il suo bagaglio di conoscenze politiche e giuridiche, riuscendo nel giro di tre anni a diventare il vicepresidente dell’Europarlamento più giovane di sempre, ruolo che ricopre tuttora in seguito alla rielezione avvenuta lo scorso 3 luglio.

Come ci ha ricordato Matteo, la sua nomina rappresenta il primo vero successo di un diplomatico indipendente, essendo un membro Non Iscritto (non facente parte di nessuno schieramento politico organizzato) del Parlamento Europeo. Insomma, mica male il curriculum del ragazzo, sarà che forse anche in politica bisognerebbe fare largo ai giovany?

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0