Tempo di lettura: 1 Minuti

Estetica e bellezza entrano all’Università Federico II

Estetica e bellezza entrano all’Università Federico II

Nasce un nuovo corso incentrato sull'estetica a Napoli: si potranno acquisire le capacità per utilizzare apparecchiature ad uso estetico nei centri au

Le Università più belle dal punto di vista storico in Italia
Moda e distrofia muscolare non sono due mondi separati: lo dimostra un bellissimo progetto
Viaggiatori e viaggiatrici, iniziamo a usare Mapstr! L’app che cambierà i nostri viaggi

Nasce un nuovo corso incentrato sull’estetica a Napoli: si potranno acquisire le capacità per utilizzare apparecchiature ad uso estetico nei centri autorizzati.

Estetica e bellezza sono da sempre fari della ricerca umana. Per Elena di Troia si scatenò una guerra decennale, per la bellezza di Cleopatra Marco Antonio e Cesare si fecero la guerra; persino Narciso, colpito dall’amore verso sé stesso, non seppe resistere al proprio fascino e affogò nella disperazione (letteralmente).

Per questo motivo, sono millenni che l’uomo crea lavori il cui scopo è donare, sperimentare, generare bellezza: centri estetici, cliniche di chirurgia plastica ecc. ecc.
E da pochi giorni, a Napoli, l’estetica è pure entrata all’Università.

Il corso

Da un’idea dell’Accademia Liliana Paduano, in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli e il patrocinio di Casartigiani, nasce un corso che consentirà ai partecipanti di poter utilizzare apparecchiature ad uso medico estetico, in studi autorizzati e in presenza di un medico.

Proprio un medico, Francesco D’Andrea, ordinario di chirurgia plastica alla Federico II, si troverà ad essere uno degli illustri professori che insegneranno alle nuove reclute.

Assieme a lui ci saranno, tra gli altri: Fabrizio Schonauer (professore associato di Chirurgia Plastica), Pasquale Abruzzese (professore alla rinomata Scuola Internazionale di Medicina Estetica a Roma e docente in vari Master), Elisabetta Fulgione (già responsabile dell’ambulatorio di Dermatologia correttiva reparto di Dermatologia e venereologia dell’Università della Campania), Umberto Borellini (docente di cosmetologia a Tor Vergata, Pavia e Camerino), cui si aggiungeranno molti altri.

Le lezioni

Si inizia il 13 gennaio, con 140 ore di lezione full immersion in aula e con 160 di stage. Il tutto si svolgerà nella sede dell’Accademia Liliana Paduano, mentre l’esame finale si terrà in giugno presso l’Università degli Studi Federico II di Napoli.

Secondo Carlo Matthey, amministratore dell’Accademia, quella che produrrà il corso è “una figura di cui si sentiva la mancanza nel mercato del lavoro. E noi che da sempre ci occupiamo di formare le migliori estetiste non potevamo non fare nostra questa esigenza (…) della professionista, che impegnandosi più di altre colleghe potrà ambire a ruoli di maggiore prestigio e gratificazione”.

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0