Tempo di lettura: 2 Minuti

Mamma mia quanto mi manca… Quante cose ci mancano…

Mamma mia quanto mi manca… Quante cose ci mancano…

Durante questa quarantena abbiamo dovuto rinunciare a tanto, ma cosa ci manca di più? È passato un mese (più o meno) dall'inizio del lockdown, da qua

Pasqua con la Luna blu
Scelta delle superiori? No panic!
Ragazzi imbrattano la scuola durante la notte. Niente lezione alla Battisti di Torino

Durante questa quarantena abbiamo dovuto rinunciare a tanto, ma cosa ci manca di più?

È passato un mese (più o meno) dall’inizio del lockdown, da quando abbiamo salutato i nostri amici (che ogni tanto rivediamo per un aperitivo su qualche social) o abbiamo capito che l’unico momento per uscire sarebbe stato quello in cui avremmo fatto la spesa. Però abbiamo rinunciato ad altre piccole cose e cosa, tra queste, ci manca di più?

1

La prima cosa in assoluto è sicuramente quella dei viaggi e delle gite fuori porta. È appena passata Pasquetta e sfido chiunque a dirmi che la grigliata con gli amici non gli è terribilmente mancata quest’anno. Certo c’è chi l’ha fatta, ma non era proprio il caso.

2

Cosa poteva esserci al secondo posto? L’aperitivo. Da bravi italiani, al 41% dei ragazzi italiani (secondo Cimiciurri) mancano i pub e i ritrovi dove prendere qualcosa con gli amici. È vero, mi metto anche io tra di loro, il poter uscire di casa e incontrare sempre le stesse persone nello stesso identico posto un po’ mi manca. Anzi, più di un po’.

3

La cucina della nonna. Questa preferenza è altamente personale. Io sono bloccata in un punto dell’Italia, mia nonna è dall’altra parte dell’Appennino. Questa Pasqua senza la sua lasagna è stata profondamente triste, ho provato a fare qualcosa di simile ma non era nemmeno lontanamente vicino. Ovviamente mi manca anche la nonna.

4

La palestra. Ecco, per esempio, in questo fenomeno non mi ci rivedo per niente, visto che il mio ultimo abbonamento in palestra risale (forse) al 2016. Eppure la chiusura degli impianti sportivi è una cosa che manca a molti ragazzi perché ormai faceva parte della loro routine settimanale (se non giornaliera). In compenso aumentano i download di applicazioni tipo Nike Training App.

5

Scuola e università. E chi l’avrebbe mai detto. Alla maggior parte dei ragazzi tra i 15 e i 35 anni mancano sia la scuola che l’università. Manca anche a me, ma quello è perché mi sono appena laureata e il mondo del lavoro non è esattamente nella sua forma migliore in questo momento. Però capisco che svegliarsi e sapere di avere la giornata impegnata a vedere persone e ad ascoltarne altre (fisicamente) possa mancare davvero.

E a te, cosa manca?

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0