Tempo di lettura: 1 Minuti

Bookingforitaly: la piattaforma solidale per il turismo italiano

Bookingforitaly: la piattaforma solidale per il turismo italiano

In Italia, il settore del turismo è tra i più colpiti dalla crisi. Arriva in aiuto bookingforitaly, il portale web che sostiene i viaggi made in italy

Disabilità e Sesso: la storia di Anna e Matteo
L’aiuto dell’Italia agli immigrati sui “barconi”
Eroina e Rave party: la storia di Nicoletta salvata dalla Scuola

In Italia, il settore del turismo è tra i più colpiti dalla crisi. Arriva in aiuto bookingforitaly, il portale web che sostiene i viaggi made in italy.

Ognuno sta facendo del suo meglio per aiutare l’Italia a riprendersi. Eppure, la differenza la farà il periodo post-Covid, quando riprenderà la vita più o meno normale. Proprio in quel momento dovremo impegnarci più che mai per dare una mano al nostro paese. Dopo il “mangiare italiano” o il più generico “comprare italiano”, arriva un’altra dimensione a cui fare caso: “il viaggiare italiano” (si ma non ora, ora state a casa!). Come tutti saprete, con questa crisi, il settore del turismo italiano ha sofferto molto e la ripresa non sarà facile. In previsione di tutto ciò, è nata la start-up Bookingforitaly.

Vediamo di cosa si tratta!

In poche parole, si tratta di un portale per le prenotazioni che mette in contatto strutture e viaggiatori. Fino a qui nulla di nuovo. La differenza sta nel fatto che la formula bookingforitaly prevede il versamento del 50% del ricavato dalla propria commissione in beneficenza. Vi faccio un esempio. Mettiamo caso che decidiate di prenotare una sistemazione tramite la piattaforma (che ovviamente garantisce lo stesso prezzo degli altri siti). La prenotazione effettuata genererà una commissione incassata dal portale che verrà poi in parte redistribuita in tre importanti settori italiani:

  • Sanità Pubblica
  • Settore Turistico
  • Comune di residenza della struttura scelta

Il tutto gratuitamente, senza spendere un centesimo in più.

Work in progress

L’iniziativa è nata da poco (in realtà proprio questo mese), ma ha già riscosso un successo notevole. Pensate che a 48 ore dalla creazione già migliaia di iscrizioni erano online. Al momento le prenotazioni non sono ancora disponibili. L’obiettivo è di raggiungere i 100mila iscritti entro la fine di Aprile, e allora sì, la piattaforma partirà. Quindi mi raccomando, spargete la voce. Come si legge sulla homepage del sito “Più registrazioni, più prenotazioni e più donazioni!”.

Insomma, dipende tutto da voi. Scegliendo il sito giusto, sarete in grado di generare una vera e propria catena di solidarietà. Allora che aspettate? Cliccate qui per registrarvi subito e dare il vostro contributo!

#FacceCaso

Di Alice Favazza

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0