Tempo di lettura: 3 Minuti

Amazon: ora i pacchi li portano i droni. E Babbo Natale muto

Amazon: ora i pacchi li portano i droni. E Babbo Natale muto

Approvata, negli USA, la richiesta del colosso delle spedizioni: saranno i droni a portare i pacchi tra qualche anno. Non fa tanto Babbo Natale? Ebbe

Sconti e Fuorisede: qualche consiglio per il Black Friday
YouTube arriva sulle smart Tv
Adesso il supermercato Amazon è quasi pronto

Approvata, negli USA, la richiesta del colosso delle spedizioni: saranno i droni a portare i pacchi tra qualche anno. Non fa tanto Babbo Natale?

Ebbene sì, ci sono i droni nel nostro presente/futuro.
Qualche anno fa, un filmone come Blade Runner prediceva un futuro fatto di astronavi e macchine volanti. Certo, le astronavi siamo ancora lontani dall’ottenerle. Non siamo mai usciti dal nostro sistema solare e i viaggi interstellari ci sono ancora preclusi. È vero.

Ma abbiamo le macchine volanti!! Ah no… anche quelle sono ancora un sogno. Qualcuno ci sta lavorando? Speriamo. E cosa abbiamo dunque?
Mhhhh… fammi pensare… ma sì: i droni! Quei cosi che svolazzano nei nostri cieli, fotografando e filmano a tutto andare! Abbiamo i droni! Il futuro è già qui. E Amazon, udite udite, ha proprio deciso di iniziare ad usarli.

Cos’è un drone

Per chi non sapesse di cosa si parla, vi rimandiamo a questa definizione che si trova sulla Treccani. Drone: “velivolo privo di pilota e comandato a distanza, usato generalmente per operazioni di ricognizione e sorveglianza, oltre che di disturbo e inganno nella guerra elettronica; è indicato anche con la sigla RPV, dalle lettere iniziali dell’ingl. Remotely Piloted Vehicle (veicolo guidato a distanza)”.

Il buon caro vecchio Amazon, padrone e signore dei pacchi di tutto il mondo, ha deciso di servirsene per effettuare le consegne. Immagina: sei a casa, non hai l’accendino ma vuoi una sigaretta a tutti i costi; compri l’accendino su Amazon, ti stendi in balcone e attendi l’arrivo del pacco. Arriva un piccolo drone, sgancia il pacco e tu ti godi la tua sigaretta.

Futuristico ma non troppo

Proprio in questi giorni, infatti, Bezos ha ottenuto l’ok della FAA (Federal Aviation Administration) per iniziare a consegnare i propri pacchi tramite droni speciali. Il servizio si chiamerà “Prime Air” e funziona pressappoco come abbiamo scritto sopra.

Magari ci vorrà qualche anno per vederli planare in Italia, ma intanto il grosso è stato fatto. Forse Blade Runner non c’avrà preso con le macchine volanti… ma intanto tra poco avremo i postini volanti!

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0