Tempo di lettura: 2 Minuti

A Ostiglia l’Alternanza Scuola-Lavoro porta tutti al…luna park

A Ostiglia l’Alternanza Scuola-Lavoro porta tutti al…luna park

Oggi vi parliamo di un'interessante progetto di Alternanza portato avanti da una scuola della provincia di Mantova con protagonisti i luna park. Quan

Didattica a distanza: a Milano set in aula per le videolezioni
5 modi per sfruttare l’alternanza scuola-lavoro a proprio vantaggio
Esami di maturità 2019, il manuale di sopravvivenza

Oggi vi parliamo di un’interessante progetto di Alternanza portato avanti da una scuola della provincia di Mantova con protagonisti i luna park.

Quante volte da bambini avete desiderato di marinare la scuola per andare al parco giochi con i vostri amici? E magari qualcuno di voi lo ha anche fatto, vero? Ma se invece fosse proprio la scuola a portarvi al luna park? Anzi, se ve lo facessero persino studiare un luna park?

Impossibile, direte voi. Eppure è proprio questo lo scopo di “Uno sguardo dietro le quinte del Luna Park-Power Mouse 40”, un progetto nato dalla collaborazione tra il Museo Storico della Giostra di Bergantino, l’Istituto Superiore “Galileo Galilei” di Ostiglia (Mantova) e FC Fabbri Park di Calto.

L’obbiettivo di questa particolarissima forma di Alternanza Scuola-Lavoro è naturalmente quello di offrire agli studenti un “affaccio” sul settore produttivo delle giostre. Più precisamente i ragazzi avranno la possibilità di osservare da vicino le fasi di ideazione, progettazione, realizzazione, collaudo e commercializzazione del “gravity coaster” Power Mouse 40, prodotta proprio da Fabbri.

Il progetto, però, avrà un ruolo fondamentale anche sotto il profilo didattico dal momento che andrà a coinvolgere discipline come la tecnologia, l’antropologia, l’economia, l’arte e l’architettura, tutte chiaramente applicate alla giostra in quanto fenomeno culturale e prodotto di un processo evolutivo.

Appuntamento quindi a mercoledì 12 gennaio per il primo incontro, durante il quale gli studenti assisteranno al collaudo del Power Mouse 40. A questo seguirà poi una lunga serie di altri incontri che culminerà con la visita conclusiva a Gardaland, dove la giostra è già attiva.

Insomma, stiamo parlando dell’ennesima prova che, se usata bene, l’Alternanza Scuola-Lavoro può diventare una vetrina per quei settori lavorativi che vengono spesso trascurati o, peggio, persino ignorati dai giovani. E chissà che dopo quest’esperienza a qualche studente del “Galilei” di Ostiglia non venga la voglia di andare al parco non solo per divertirsi ma anche per lavorarci.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0