Tempo di lettura: 3 Minuti

Professori in quarantena, ma la didattica continua (con la DAD)

Professori in quarantena, ma la didattica continua (con la DAD)

In tempi di costante mutamento, anche il mondo della didattica si sta ritrovando a variare il suo modus operandi. La DAD è tra le più colpite: facciam

Giga gratis per tutti gli studenti in DAD!
DAD e DSA: la scuola 2.0 a misura di tutti, ma proprio tutti eh
Dad e rientri a scuola: la protesta degli studenti travisata dai media

In tempi di costante mutamento, anche il mondo della didattica si sta ritrovando a variare il suo modus operandi. La DAD è tra le più colpite: facciamo chiarezza e vediamo come i professori la devono gestire secondo i nuovi criteri.

Per chi se lo fosse perso, con “DAD” si intende didattica a distanza e, scavalcando i pro e i contro sull’argomento – e ribadendo che la distanza mortifica le relazioni – il dubbio che rimane è il seguente: se il docente si dovesse ritrovare in quarantena, si ritroverebbe obbligato a portare avanti la lezione da remoto? Sì, per ora.

Ma facciamo chiarezza sullo status di “insegnante in quarantena”. Così, notando le differenze con i periodi precedenti, l’attenzione si sposta anche sui professori che, plausibilmente, si possono ritrovare in attesa dell’esito del fatidico tampone e quindi “quarantenati”.

Sin dal principio, quando il virus timidamente ancora non se la sentiva troppo gagliarda e tosta, già si intravedeva l’intenzione di voler abbracciare lo smart working per incentivare l’avvio dell’anno accademico. Subito dopo è arrivato il virus Sars-CoV-2 accompagnato dall’accordo contrattuale sui criteri di erogazione della DAD, seguito in ultima istanza dal piano scolastico per la Didattica Digitale Integrata (DDI).

Oggi, per ogni istituzione scolastica si predispone un equilibrato programma di svolgimento delle cosiddette attività sincrone e asincrone (le prime prevedono interazioni in real time, le seconde vengono avviate in caso di assenza, per lo svolgimento di lezioni, test ed elaborati).

Come riportato dalla circolare del Ministero della Salute, la DDI verrà svolta in nome della libertà d’insegnamento, delle competenze degli Organi collegiali e dell’autonomia progettuale e organizzativa, con accurata distinzione tra quarantena e isolamento. In pratica i docenti in isolamento o quarantena, solo se fiduciaria e non in caso di malattia certificata, potranno svolgere la DDI limitandosi alla loro classe.

Nella pagella dei professori, voto in condotta: 10

#FacceCaso

Di Eleonora Santini

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0