Tempo di lettura: 1 Minuti

A scuola con… Emis Killa!

A scuola con… Emis Killa!

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuova rubrica. Oggi tocca ad Emiliano Giambelli, in arte Emis Killa. Vi siet

Sesso e giovani universitari. Vediamo quanto sono preparati in materia!
India: un passo avanti nell’istruzione
Il professor Mazzi ha lasciato 300mila euro all’Università di Pavia

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuova rubrica. Oggi tocca ad Emiliano Giambelli, in arte Emis Killa.

Vi siete mai chiesti quale scuola avessero frequentato da adolescenti personaggi come Salvini, PIF o Salmo? Noi sì. E visto il successo della nostra rubrica sugli sportivi, abbiamo deciso di allargare il campo, includendo nella nostra indagine attori, musicisti, politici e chi più ne ha più ne metta.

Oggi festeggia il suo 31° compleanno un rapper che negli ultimi mesi è tornato alla ribalta grazie ad un nuovo disco, realizzato in collaborazione col suo collega Jake La Furia, dal titolo 17. Mi sembra chiaro di chi stiamo parlando, di Emiliano Rudolf Giambelli, meglio noto come Emis Killa.

L’Emis studente è sempre stato come la sua musica: chiassoso. Non nel senso di poco orecchiabile, ma in quello di altisonante. Per dirla a parole sue, insomma, era un “casinista di prima categoria”, uno di quelli che fermi e buoni al banco non riescono proprio a starci. E difatti, la sua esperienza a scuola si è esaurita decisamente presto, alla fine del primo anno di superiori per l’esattezza.

Questo non vuol dire però che Emis non ce l’abbia messa tutta, anzi. Ha pure provato a cambiare istituto, passando dal tecnico all’ENAIP (alberghiero) di Vimercate (Via Giovanni Dozio 5), la città in cui è nato e cresciuto. Ma non c’è stato niente da fare, alla fine quel diploma non l’ha preso.

Ha preferito andare a lavorare come muratore e tra un colpo di spatola e l’altro, daje de freestyle. È così che è cominciata la carriera di Emis, da quell’abbandono scolastico di cui oggi un pochettino si pente. In un’intervista rilasciata qualche anno fa al portale skuola.net, infatti, il rapper di Vimercate ha dichiarato di sentirsi a disagio quando ha a che fare con persone più acculturate di lui.

Per questo non ha nascosto di aver iniziato a colmare le sue lacune studiando da autodidatta. Chissà adesso a che punto è arrivato. Li avrà imparati gli integrali? E le opere di Pirandello le avrà capite? Difficile dirlo. Una cosa, però, l’ha sicuramente imparata ed è rappare. Non ci resta che sperare che studiando la storia o la geografia non si scordi come si fa. Buon Compleanno Emis!

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0