Tempo di lettura: 2 Minuti

Se so inventati pure questo: lo smartwatch che non si scarica mai!

Se so inventati pure questo: lo smartwatch che non si scarica mai!

C'è uno smartwatch che non si scarica mai? No. Per adesso, avoja a ricariche. Ma non disperare, manca poco. La tecnologia c'è, tocca solo venderla. C

Cos’è l’Armocromia? Il trend che spopola sui social e che ci cambia l’armadio
Le opportunità di Accademia Moda Maiani per fare strada nel mondo della moda!
#FacceCaso incontra Trancanelli

C’è uno smartwatch che non si scarica mai? No. Per adesso, avoja a ricariche. Ma non disperare, manca poco. La tecnologia c’è, tocca solo venderla.

C’è un attimo, prima di morire, in cui la vita, tutta la tua vita, ti passa davanti agli occhi. Così si dice, almeno. Tu da piccolo con il tuo primo cane, al liceo il primo bacio e il primo amore (seeee, ormai non ci crede più nessuno, a quell’età sei svezzato dal quel dì ormai), il compleanno dei 18 anni, la laurea, il matrimonio… tutto sfocato ma vivido allo stesso tempo. (Sto parlando di uno smartwatch ma volevo un inizio aulico).

Rivedi i visi delle persone che hai amato, percepisci di nuovo il vento forte di quella festa, il profumo dei suoi capelli; poi abbassi gli occhi sul tuo polso e lo vedi. C’è anche lui. C’era ai 18 anni, c’era al matrimonio, c’era alla nascita dei tuoi figli.

E c’è ora sul tuo cazzo di polso!!! AAAAAHHHHH!!! Cazzo il mio smartwatch!!! È carico da quando l’ho comprato!!!!

L’orologio che non muore mai

Esatto, hai capito bene, benissimo. In quel dell’Asia, dove il sole nasce, si sono inventati uno strumento che fa in modo che il tuo smartwatch non si scarichi mai. Never. Nigdy. Nunca. Inoiz ez. Noch nie.
Sempre al tuo polso, sempre acceso.

L’hanno fatto e pensato i ricercatori dell’Università di Hong Kong. I geniacci hanno inventato una tecnologia che, pensate un po’, alimenta lo smartwatch mediante i movimenti del braccio. Esattamente come accade per gli altri orologi? Sì. Ma fin’ora non c’era questo tipo di tecnologia per gli orologi di ultima generazione! quelli che si spengono in 10 minuti e ti fanno maledire di non essere una maledetta pila umana.

In pratica (o in teoria per noi, visto che ci capisce qualcosa beato lui), hanno messo a punto un accumulatore che “raccoglie” l’energia cinetica, un “convertitore magnetico di frequenza” che amplifica il rendimento fino a 10 volte.

C’hai capito qualcosa? No? Tranquillo, manco io che scrivo.
Però ho capito che sto brevetto è una fikata. E che lo avremo implementato, si spera a breve, nei prossimi smartwatch.

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0