Tempo di lettura: 2 Minuti

Arrivano i distributori di assorbenti all’Università Statale di Milano

Arrivano i distributori di assorbenti all’Università Statale di Milano

Su iniziativa della lista studentesca "UniSì" alla Statale di Milano sono stati installati distributori di assorbenti a prezzo calmierato. Per la pri

In un liceo di Erba appare la Tampon box: assorbenti a disposizione per chi ne ha bisogno!
Coop vs. Gender Gap: taglio all’Iva sugli assorbenti. Il ciclo non è un lusso!
Assorbenti GRATIS per le studentesse. Indovina dove!

Su iniziativa della lista studentesca “UniSì” alla Statale di Milano sono stati installati distributori di assorbenti a prezzo calmierato.

Per la prima volta era stata la Scozia a introdurre assorbenti gratis nelle università, ve ne avevo parlato qui. Intanto in Italia gli assorbenti sono ancora considerati beni di lusso, ma qualcosa si smuove. Per esempio, vi avevo già raccontato di quel liceo di Erba in cui le ragazze si erano organizzate per lasciare nei bagni dell’istituto scolastico dei cestini con gli assorbenti (leggi l’articolo qui). E adesso anche la Statale di Milano si è organizzata.

Distributori di assorbenti alla Statale di Milano

É la prima università in Italia a fare una mossa di questo tipo. Presso i campus sono stati da poco installati distributori di assorbenti al prezzo calmierato di 20 centesimi l’uno. L’iniziativa era stata pensata e ideata circa un anno e mezzo fa dalla lista studentesca “UniSì” di rappresentanza di studenti e studentesse. Infatti, la lista aveva proposto quest’idea al Cda dell’Università che l’aveva da subito accolto. Poi tra dire e il fare c’è di mezzo il mare, e infatti dalla proposta alla realizzazione è trascorso circa un anno e mezzo.

Verso la parità di genere nei luoghi della conoscenza

L’obiettivo vuole essere quello di promuovere l’inclusione sociale e la parità di genere nei luoghi della conoscenza. Ne abbiamo parlato altre volte qui su FacceCaso della cosiddetta “period poverty” (o povertà mestruale) un problema generalizzato che esiste per chi una volta al mese ha le mestruazioni. I costi da affrontare per non sono bassi e molte persone non riescono a permettermi i sanitari adeguati. Direi che questa vittoria della lista UniSì è davvero grande e speriamo veramente che possa ispirare tante altre università a fare lo stesso! Giusto?!

Voi, giovany, che ne pensate? 

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0