Tempo di lettura: 2 Minuti

BLACK DEFENSELESS ICE è la nuova canzone de IL CINQUE: ecco l’intervista!

BLACK DEFENSELESS ICE è il titolo del nuovo singolo ( e video) de IL CINQUE. Ho ben pensato di scambiarci quattro amorevolissime chiacchiere. Nero e

Cristallo ha un “Piano B” che ha raccontato nel nuovissimo EP
Il Conte Biagio è il nuovo protagonista della mia intervista
FINGERS è il nuovo singolo e video firmato da IN.VISIBLE

BLACK DEFENSELESS ICE è il titolo del nuovo singolo ( e video) de IL CINQUE. Ho ben pensato di scambiarci quattro amorevolissime chiacchiere.

Nero e senza difese: il ghiaccio di cui racconta IL CINQUE è meritevole di un grido d’allarme che tutti dovremmo ascoltare. BLACK DEFENSELESS ICE, tratta dal nuovo album LIFE THEATER, è la nuova canzone de IL CINQUE, affiancata da un videoclip che si basa su concetti visivi potenti.

Ecco cosa mi ha raccontato

Raccontaci come nasce BLACK DEFENSELESS ICE.
Dal secondo album degli “Ivory Times” in avanti, ho iniziato a parlare di tematiche che io definisco di “decadimento sociale”, ovvero comportamenti e sentimenti che portano ad un continuo degrado della società. Comportamenti visibili tutti i giorni sui social ecc.. Black Defenseless Ice è l’unico brano dell’album in cui ho conservato questo tipo di punto di vista, che in questa occasione ho rivolto alla Natura e al grido che le immagino fare verso l’uomo che in nome degli interessi finanziari la stà uccidendo, prendendo come esempio lo scioglimento dei ghiacciai dovuti al surriscaldamento terrestre.

Invece l’idea del video da cosa parte e come si sviluppa?
Volevo rappresentare la Natura da uno dei posti più incontaminati possibili ed è stato facile per me pensare alla Valgrisenche in Valle d’Aosta, che è per me un posto magico che frequento da 21 anni. Quindi conoscendo parecchio il posto ho scelto il punto preciso, ho chiesto i permessi per raggiungerlo con un mezzo a noi comodo per le riprese ed abbiamo realizzato tutto con un drone per dare più visione possibile alla location.

Credi che una canzone come la tua, dai nobilissimi scopi, possa essere utile per sensibilizzare circa l’argomento trattato?
Credo che le persone che abbiano davvero la curiosità di approfondire il senso della canzone, scaricandone magari anche il testo dal sito internet per capirlo al meglio, siano già persone molto sensibili all’argomento. Mi piacerebbe che l’ascolto della canzone portasse anche solo a un piccolo pensiero, da parte del resto della massa. 

Quali sono i tuoi riferimenti musicali?
Da quando sono piccolo ascolto veramente di tutto, grazie a mio padre e mio fratello maggiore che mi hanno sempre fatto ascoltare ottimi artisti come Uriah Heep (il gruppo preferito di mio padre) insieme a tanti cantautori italiani, band prog italiane e tutto il meglio del rock, dell’ heavy metal e del grunge anni ’90. Ma gli artisti che mi hanno fatto decidere di iniziare a suonare sono stati i Red Hot Chili Peppers, quando è uscito l’album Californication in pochi mesi mi sono deciso a prendere il basso in mano. Il mio percorso però è ricco di influenze, nelle mie playlist attuali ci sono artisti di vario stile tipo Ludovico Einaudi, Duke Garwood, Frank Sinatra, Barry White, Alter Birdge, Dave Matthews, U2, Mumford & Sons, FFDP, Chris Cornell, Pearl Jam e tantissimi altri… fino a diversi artisti locali emergenti.

Progetti futuri?
Come prima cosa, appena si potrà, vorrei portare in giro il mio nuovo album “live”. Nel frattempo sto già scrivendo nuova musica e mi piacerebbe riprendere il mio progetto “Ivory Times” assieme ai miei soci.

#FacceCaso

Di Giorgia Groccia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0