Tempo di lettura: 2 Minuti

Winx: le fate entrano nella TOP10 Netflix grazie all’effetto nostalgia

Winx: le fate entrano nella TOP10 Netflix grazie all’effetto nostalgia

Su Netflix è comparsa da qualche giorno una nuova serie tv, si chiama “FATE: The Winx saga” e fa dell’effetto nostalgia il suo enchantix migliore. Da

Disney ha comprato la Fox!
Torna il Cinema del Piccolo America! Perchè non potete mancare alle loro proiezioni
I compleanni Disney tra candeline e bollini rossi per un effetto sorpresa

Su Netflix è comparsa da qualche giorno una nuova serie tv, si chiama “FATE: The Winx saga” e fa dell’effetto nostalgia il suo enchantix migliore.

Da qualche giorno il colosso di streaming americano ha inserito nel catalogo una nuova serie tv che rende omaggio al famoso cartone animato “Winx Club” dei primi anni duemila. Il titolo è “FATE: the Winx Saga” e riprende i personaggi della seria animata made in Italy. Personaggi a parte però, la produzione Netflix ha proposto una versione alquanto nuova della storia ma che sembra essere stata apprezzata dagli abbonati.

Ma perché le Winx sono piaciute tanto?

Senza entrare nel merito delle caratteristiche tecniche della serie televisiva, la chiave del successo di casa Netflix è l’effetto nostalgia. Inconsciamente infatti, tendiamo a mitizzare l’infanzia e ne conserviamo solo i momenti felici e spensierati che vorremmo fortemente rivivere. La verità è che quando cresciamo non cerchiamo emozioni nuove, vorremmo solo rivivere la bellezza di quelle passate. Ed è così che Netflix, ma prima ancora la Disney con i remake di cartoons storici, sta monetizzando sul nostro attaccamento ai ricordi.

FATE è una serie tv carina e senza pretese che è estremamente attraente per i 2000 che sono cresciuti con le fate di Alfea. Inoltre, a differenza dei live-action della Disney che ripropongono la stessa storia dei cartoni semplicemente con un’estetica diversa, Netflix ha deciso di osare apportando alcuni cambiamenti.
Nella riuscita della serie è stata infatti importante la caratterizzazione dei protagonisti che li ha resi adatti ad un pubblico da poco uscito dai teens. L’adattamento ai giorni nostri e all’età del nuovo (o meglio, vecchio) pubblico ha colpito anche la sceneggiatura: spinelli, Instagram, femminismo e problemi familiari sono i dettagli non banali che rendono la saga piacevole da vedere oltre che emotivamente attraente.

Insomma, The Winx Saga colpisce nel segno. In soli sei episodi le fate hanno riacceso in noi giovany 2000 quella magia un po’ dimenticata e adesso non vediamo l’ora di fare ritorno ad Alfea con una seconda stagione.
Chapeau, Netflix!

#FacceCaso

Di Martina Borrello

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0