Tempo di lettura: 2 Minuti

NATO Simulation: il nuovo progetto dell’Associazione Scienze Politiche della Luiss

NATO Simulation: il nuovo progetto dell’Associazione Scienze Politiche della Luiss

Venerdì 19 marzo si è tenuta la presentazione del progetto NATO Simulation organizzato da ASP Roma Luiss… vediamo insieme in cosa consisterà il proget

Torna il LUISS Contest: addio al CV, trovare un tirocinio è tutta un’altra storia
EU Challenge: l’unica simulazione in Italia dei lavori del Parlamento europeo!
Eu Challenge II – parte la seconda edizione del progetto. L’intervista

Venerdì 19 marzo si è tenuta la presentazione del progetto NATO Simulation organizzato da ASP Roma Luiss… vediamo insieme in cosa consisterà il progetto!

Nella mattinata di Venerdì 19 Marzo si è tenuta la presentazione del nuovo progetto di simulazione NATO dell’Associazione Scienze Politiche della Luiss Guido Carli.

L’Associazione Scienze Politiche della Luiss, nel suo continuo ed instancabile impegno per l’Università, non finisce mai di sorprendere gli associati e di portare avanti un lavoro iniziato ormai 25 anni fa e questa volta si è decisamente superata…

In questo nuovo (difficile) anno, ASP non si ferma e propone una simulazione unica nel suo genere: non più Nazioni Unite o Parlamento Europeo. La nuova avventura vedrà gli studenti simulare il Consiglio NATO ed esplorare quello che è il mondo della difesa internazionale.

Per il lancio del progetto NATO sono intervenuti a parlare l’Ambasciatore Francesco M. Talò, Rappresentante Permanente d’Italia presso il Consiglio Atlantico, e l’Ambasciatore Alessandro Minuto-Rizzo, il presidente della NATO Defense College Foundation.

Gli ospiti hanno introdotto agli studenti alcuni concetti chiave riguardanti l’organizzazione della NATO, dei suoi meetings e dei suoi valori. I due ambasciatori hanno poi spostato il focus del discorso su vari temi di attualità riguardanti le diverse aree della Sicurezza. Si è parlato della nuova Presidenza Americana, di cambiamento climatico, di forze armate e corpo diplomatico italiano e ovviamente dell’attuale situazione pandemica.

Ma chi può parteciparvi? E come sarà organizzata la simulazione?

La simulazione – che si svolgerà interamente in inglese – sarà aperta agli studenti di tutti gli anni e di tutti i dipartimenti della Luiss Guido Carli e sarà possibile fare application entro il 31 marzo.
I due topics su cui verteranno i seminari (interamente online) saranno sulla non proliferazione nucleare e sul controterrorismo ed è su queste due macro-aree che lavoreranno i gruppi di studenti selezionati.

Inoltre, grazie alla collaborazione con la NATO Defense College Foundation, ci sarà anche la possibilità di vincere dei tirocini. Dunque, coloro che più “brilleranno” durante le varie fasi del progetto avranno l’enorme possibilità di interfacciarsi in modo più diretto con il mondo delle relazioni internazionali e della sicurezza.

Il progetto NATO simulation è solo agli albori ma si presenta già alla grande e non vediamo l’ora di vedere (e riportare) la sua evoluzione! Stay tuned…

#FacceCaso

Di Martina Borrello

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0