Tempo di lettura: 2 Minuti

Giornate FAI di primavera: alla scoperta delle bellezza nascoste

Giornate FAI di primavera: alla scoperta delle bellezza nascoste

Il Fondo Ambiente Italiano (FAI) organizza anche nel 2021 le sue annuali giornate di primavera, aprendo ai visitatori meraviglie italiane solitamente

Brand Activism: ecco perché i giovani dovrebbero farci caso!
Istruzioni d’uso per salvare il pianeta
All’Università di Bari il corso di Sostenibilità

Il Fondo Ambiente Italiano (FAI) organizza anche nel 2021 le sue annuali giornate di primavera, aprendo ai visitatori meraviglie italiane solitamente chiuse.

Bella storia in arrivo dal FAI giovany!

Tra tutti i primati che l’Italia detiene, il più bello è sicuramente quello dell’avere la più alta concentrazione mondiale di Patrimonio Artistico. Il problema sta però nell’amministrarlo e farlo conoscere. Parlando solo di siti dichiarati dall’UNESCO come ‘Patrimonio Mondiale dell’Umanità’, ne troviamo 53 sparsi per il nostro paese. Di questi, quanti ne sai nominare?

Se la tua risposta è ‘pochi’, non sei il solo. Tutta la storia dell’arte che si studia a scuola non basta a renderci consapevoli della ricchezza che ogni giorno ci passa sotto agli occhi. Per fortuna, esistono organizzazioni che hanno a cuore la cura e la divulgazione del nostro Patrimonio Artistico.

Il FAI è una di queste e il suo obiettivo è duplice: aiutare lo Stato nel mantenimento ed eventuale restauro di bellezze locali, oltre a farle conoscere al grande pubblico. Sono nate proprio dal connubio di queste necessità le Giornate di Primavera, che nell’annata 2021 si terranno sabato 15 e domenica 16 maggio.

Il tema di questa stagione è ‘Ambiente come indissolubile intreccio tra Natura e Storia e la Cultura come sintesi delle scienze umane e naturali‘, declinato poi per ogni località in maniera peculiare. Ad esempio, a Chieti sarà possibile fare una passeggiata per la tipica pergola abruzzese, mentre si potrà scoprire un altoforno medievale in provincia di Belluno.

Ogni regione ha la propria sezione del Fondo Ambiente Italiano impegnata a scovare perle del territorio e presentarle con visite guidate ai più curiosi. La partecipazione è soggetta ad un’offerta libera (minimo €3) e prenotazione sul sito, obbligatoria in vista del rispetto delle normative anti-covid.

Se questo week-end non hai niente da fare, vai sul sito del FAI e dà un’occhiata a cosa propone per la tua regione: potresti rimanerne sorpreso.

#FacceCaso

Di Lucia Lazzarini

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0